rotate-mobile
Palazzina svaligiata / Via Cella / Via Vittorio Veneto

Porte blindate smurate e case svaligiate: nel bottino anche pistole e un’auto per 50mila euro

È successo in via Bramieri. Una banda di ladri che sapeva che la casa euro vuota ha distrutto due appartamenti. Via anche gioielli e soldi per circa quasi 50mila euro

Erano al mare, poi la chiamata e la corsa verso casa nel cuore della notte. Quando sono arrivati non credevano ai loro occhi: una banda di ladri gli aveva distrutto casa, anzi due e portato via tutto quello che c’era di prezioso. Si è concluso nel peggiore dei modi il Ferragosto per una famiglia piacentina, che nel periodo di chiusura estiva, ora si trova senza porte d’ingresso: i malviventi gliele hanno letteralmente smurate. È successo due notti fa, o meglio, sicuramente i ladri (professionisti che sapevano che quella casa era vuota per svariati gironi) hanno agito indisturbati avendo avuto molto tempo a disposizione nei giorni precedenti, tuttavia non si spiega come nessuno dei vicini, pare, abbia sentito rumori quanto meno sospetti. Il colpo, che ha fruttato almeno 50mila euro tra soldi, gioielli, pistole, munizioni e un’auto, è stato messo a segno in via Bramieri (zona via Veneto). 

I malviventi hanno distrutto due appartamenti di una palazzina appartenenti a uno stesso nucleo famigliare. Nel primo, dopo aver fracassato la porta blindata, hanno scardinato un armadio anch’esso blindato contenente soldi contanti, gioielli preziosi, pistole, 200 munizioni e 4 fucili (che poi sono stati abbandonati - tutte le armi erano regolarmente custodite e denunciate). Nel secondo appartamento hanno rovistato ovunque, svuotando a terra cassetti, armadi, ripostigli, spaccato mobili, non risparmiando nemmeno la camera del figlio piccolo. 

Non solo: hanno anche bivaccato bevendo e mangiando e inoltre hanno anche spaccato le bomboniere del battesimo del figlio dei proprietari e distrutto altri effetti personali senza nessun motivo. Si sono infine portati via una cassaforte da 300 chili, anch’essa smurata (fortunatamente era vuota) per aprirla in un secondo momento  e un’auto parcheggiata in cortile. 

Sul posto sono intervenute in prima battuta le volanti della polizia, poi sono state eseguiti accertamenti e rilievi da parte della scientifica. Come detto la banda ha agito indisturbata ed era ben equipaggiata con attrezzi e borsoni nonché mezzi, almeno due. Professionisti del furto che possono anche essersi serviti, come spesso accade purtroppo, di basisti e collaboratori che hanno tenuto d’occhio la casa e la famiglia  comunicando poi ai complici il momento propizio per agire. Dalla furia dei malviventi si è salvato il cane che era in vacanza con la famiglia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porte blindate smurate e case svaligiate: nel bottino anche pistole e un’auto per 50mila euro

IlPiacenza è in caricamento