menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gaia Molinari

Gaia Molinari

Gaia è stata strangolata dal suo assassino. La polizia brasiliana arresta un uomo

Un uomo è stato arrestato con l'accusa di aver ucciso Gaia Molinari, 29 anni di Piacenza, la turista italiana trovata morta sulla spiaggia di Jericoacoara. L'uomo è stato fermato nel pomeriggio del 26 dicembre e portato alla stazione di polizia che si occupa di "protezione del Turismo"

Un uomo è stato arrestato con l'accusa di aver ucciso Gaia Molinari, 29 anni di Piacenza, la turista italiana trovata morta sulla spiaggia di Jericoacoara. L'uomo è stato fermato nel pomeriggio del 26 dicembre e portato alla stazione di polizia che si occupa di "protezione del Turismo". 

LE INDAGINI - Il corpo di Gaia, senza vita, è stato trovato da una coppia che passeggiava sulla spiaggia. Era pieno di lividi e indossava solo il bikini. Al suo fianco, uno zaino con dentro diversi oggetti personali. Tra questi, la fotocopia del passaporto che ha immediatamente permesso il riconoscimento della vittima.  Gli inquirenti si sono subito messi sulla pista del presunto killer grazie a una serie di informazioni fornite dal proprietario dell'ostello di Fortaleza, dove da alcuni giorni era ospite Gaia. Da lì sono riusciti a risalire a un'amica di Gaia che li ha permesso di ricostruire gli ultimi spostamenti della giovane piacentina. 

IL DRAMMATICO SOSPETTO - Secondo quanto riferiscono fonti vicine alla polizia riportati da diversi media locali, il sospetto è che il killer di Gaia l'abbia aggredita non solo per rapinarla, ma anche per abusare sessualmente della giovane. 

DRAMMA NEL DRAMMA - C'è un "dramma nel dramma" che ha fatto precipitare la famiglia di Gaia ancor più nell'incubo. La madre della giovane, infatti, non è stata avvisata della morte della figlia dal Consolato italiano in Brasile, bensì direttamente dal proprietario dell'ostello che ha telefonato ai genitori non appena saputa la notizia della morte di Gaia. 

LA MORTE - Secondo le prime informazioni, Gaia è morta per asfissia da strangolamento. Da stabilire in queste ore se la vittima sia stata violentata o meno. 

IL VIAGGIO - Gaia è arrivata a Fortaleza martedì 16 dicembre, ospite dell'ostello "Refùgio", in rua João Lopes. Lì ha incontrato Mirian Francia, una farmacista, e insieme sono partite alla vota di Jericoacoara. Ha preso soltanto una copia del passaporto e il telefono cellulare, lasciando il documento originale e il notebook in ostello, in una cassetta di sicurezza.

Il cordoglio del sindaco Dosi

“La tragica morte di Gaia Molinari ha sconvolto la comunità piacentina, avvicinandoci tutti, in un sentimento di dolore e condivisione, ai suoi familiari e a chi le voleva bene”. Così, profondamente commosso, il sindaco Paolo Dosi esprime anche “il cordoglio sincero dell’Amministrazione comunale, dei miei colleghi di Giunta e di tutti i consiglieri. Partecipiamo al lutto dei suoi cari, per la perdita di questa giovane vita che è stata testimonianza di solidarietà, entusiasmo e capacità di essere cittadina del mondo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento