rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Omicidio di via 4 Novembre, a breve il 26enne sarà interrogato in carcere

Gianluca Mazzarelli in stato di fermo per omicidio volontario dopo essersi presentato in questura spontaneamente: l'interrogatorio lunedì 1 gennaio. Entro il 31 l'autopsia sulla vittima

Verrà interrogato nelle prossime ore Gianluca Mazzarelli, il 26enne pugliese, residente a Piacenza, che l'altra notte si è costituito in questura dopo l'accoltellamento che è costato la vita al 31enne albanese Ervin Tola, imbianchino, davanti al bar Oldtimer di via 4 Novembre. Il giovane, accusato di omicidio volontario, si trova nel carcere delle Novate in stato di fermo dopo essersi presentato spontaneamente in questura poche ore dopo il delitto, e il pm Emilio Pisante lo ascolterà insieme al gip lunedì 1 gennaio per la convalida del fermo e l'applicazione, quasi certa, di una misura cautelare. Il giovane è difeso dall'avvocato Antonino Rossi. Nella giornata del 31 dicembre si svolgerà invece l'autopsia sul corpo della vittima: il medico legale, il dottor Osculati di Pavia, eseguirà l'esame destinato a fornire indicazioni precise sulla causa della morte e la dinamica dell'aggressione.

Omicidio in via 4 Novembre ©Gatti-Bonetti/ilPiacenza

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di via 4 Novembre, a breve il 26enne sarà interrogato in carcere

IlPiacenza è in caricamento