Il Tar sospende Morsia (dirigente risorse operative) dall'incarico

Il secondo in graduatoria al concorso Massimo Mangiarotti aveva presentato ricordo. Dopo il parere del Consiglio di Stato, il Tar dà contro al Comune: sospeso l'attuale dirigente Giuseppe Morsia. Le critiche del Movimento 5 Stelle all'operato del Comune e dell'Avvocatura

Nuova puntata della querelle tra il Comune e il primo e secondo classificati al concorso per dirigente delle risorse operative. «Siamo venuti in possesso – informano i consiglieri 5 stelle Mirta Quagliaroli e Andrea Gabbiani - della sentenza del Tar regionale di Parma che sospende dal suo incarico il dirigente delle risorse operative del Comune di Piacenza Giuseppe Morsia».  La sentenza è arrivata ribaltando il giudizio del Consiglio di Stato, dopo il ricorso chiesto da Massimo Mangiarotti, secondo classificato al concorso che metteva in palio il posto da dirigente. Secondo Mangiarotti, Morsia non aveva i titoli per partecipare e vincere. «La sospensione – spiegano i consiglieri - è precedente di solito alla cancellazione della delibera. La sospensione viene fatta perché ci sono precisi motivi ed è cautelare. Normalmente precede l’accogliemento del ricorso». L’ultima udienza sulla vicenda è fissata per 28 gennaio 2016.

«Perché il Comune insiste con questi ricorsi costosi? – tuonano i due -. Il bando forse era sbagliato o è stato interpretato male. Vogliamo sapere, visto che Morsia non è più il dirigente, chi sarà il responsabile del settore fino alla sentenza e quanto ci costerà. Inoltre il ricorso prevede l’utilizzo di un avvocato esterno, ovviamente da pagare». Non è la prima critica che il Movimento muove nei confronti dell’avvocatura del Comune. «O c'è un problema nelle stesure dei bandi o nella gestione del contenzioso. L'amministrazione ci sembra in balia, è fragile. Dosi è un brav'uomo ma non di polso: abbiamo un sindaco inadeguato». Nel frattempo il Comune è condannato a pagare 2mila euro di spese, a cui si aggiungeranno le richieste del secondo in graduatoria Mangiarotti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento