menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Lei gli spruzza spray al peperoncino in faccia, lui le spacca il naso: al via il processo

Il fatto accadde nel 2016. Sul banco degli imputati un giovane che dopo essere stato colpito con lo spray al peperoncino dalla sua ex con un pugno le ruppe il naso. Ascoltati sia la giovane sia i poliziotti intervenuti

E' iniziato il 3 marzo il processo che vede imputato un 26enne accusato di lesioni, danneggiamento e violazione di domicilio. E' accusato di aver spaccato il naso alla sua ex ragazza di 23 anni dopo una lite e dopo che lei gli aveva spruzzato in viso spray al peperoncino.  L'uomo è difeso dall'avvocato Mauro Pontini, lei si è costituita parte civile con l'avvocato Andrea Cremona. L'udienza si è svolta davanti al pm Monica Bubba e ai giudici Gianandrea Bussi e a Camilla Milani. Durante la prima udienza è stata ascoltata la ragazza che ha ammesso il gesto, ossia di aver sparato con una "pistola" al peperoncino al suo ex fidanzato e i poliziotti delle volanti che erano intervenuti all'epoca. Il fatto accadde nel 2016 in città, la ragazza era minorenne. I due si erano lasciati ma si sentivano spesso e quel giorno lui l'era andata a prendere a scuola, poi insieme sarebbero andati nel garage dei genitori del ragazzo per parlare. Ci fu una lite, lei si sarebbe spaventata e gli ha avrebbe sparato con la "pistola" di libera vendita (che fu sequestrata). Il giovane accecato e dolorante la colpì con un pugno e le ruppe il naso e due denti, poi scappò. Entrambi furono poi medicati in ospedale: lei ricevette 30 giorni di prognosi, lui cinque e partirono le indagini. Secondo la difesa il pugno non fu doloso, ossia il 28enne non vedendo perché accecato dallo spray si sarebbe dimenato e quindi di lì il pugno forse perché lei potrebbe essersi anche avvicinata per aiutarlo, l'accusa sostiene invece il contrario. Nelle prossime udienze saranno ascoltate altre persone e potrebbero essere svolti accertamenti tecnici sulla "pistola" per capire se possa aver esploso un proiettile di gel contenente peperoncino o invece un getto liquido e quindi i relativi effetti sulla vista e le capacità motorie dell'imputato. Il giovane è accusato anche di danneggiamento e violazione di domicilio, in un'occasione duranteun litigio avrebbe sfondato a calci una porta della casa di lei. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Paga per sbloccare il pacco": attenzione alla nuova truffa via sms

Attualità

Inps: «Nuovo tentativo di truffa tramite e-mail»

social

Bonus vacanze 2021: come funziona?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento