Al Daturi una messa per le vittime del Coronavirus

Sarà celebrata il 20 giugno dal vescovo Gianni Ambrosio

Si terrà sabato 20 giugno alle 10 all’arena Daturi, con la celebrazione del vescovo Gianni Ambrosio, la Messa in suffragio delle vittime del Covid-19. L’appuntamento, voluto dal Comune di Piacenza e dalla Diocesi di Piacenza e Bobbio, riunirà la comunità di fedeli nel giusto ricordo di coloro che hanno perso la vita a causa del Coronavirus e che, in periodo di lockdown, non hanno potuto ricevere il conforto della vicinanza dei propri affetti, nè l'accompagnamento nelle esequie o la presenza dei propri cari nel momento del commiato.
Per assistere alla celebrazione, sarà possibile entrare all’arena Daturi, a piedi, dai due ingressi di Viale Risorgimento. Ai titolari di permesso auto per disabili e a tutti coloro che abbiano problemi di deambulazione sarà concesso l’accesso alla struttura, anche in auto (fino ad esaurimento dei posti disponibili), transitando da Viale Risorgimento-Via Brigata Piacenza (retro di Palazzo Farnese) o da Piazza Cittadella-Via Brigata Piacenza (lato Palazzo Farnese).
Per il corretto svolgimento di questo momento condiviso di preghiera, per la cui organizzazione si ringrazia la fattiva e consueta collaborazione del Gruppo Alpini - Sezione di Piacenza, si invita la cittadinanza che interverrà ad attenersi all'uso dei dispositivi di sicurezza e al rispetto delle misure di distanziamento.
In caso di maltempo, la Santa Messa verrà rinviata a data da destinarsi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Nina Zilli porta Guido Meda in giro per la Valtrebbia

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

  • Diventano parenti al matrimonio e poi si picchiano al bar: due feriti e una denuncia

  • «Ho ucciso Leonardo, ma l’ho fatto per difendermi. Chiedo scusa alla famiglia»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento