menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gli agenti delle volanti del turno Due con il sovrintendente Pier Paolo Moro, e il dirigente della Squadra Mobile Salvatore Blasco

Gli agenti delle volanti del turno Due con il sovrintendente Pier Paolo Moro, e il dirigente della Squadra Mobile Salvatore Blasco

Nota dei movimenti sospetti e chiama il 113: le volanti sequestrano quasi mezzo etto di coca

Ancora una volta la collaborazione tra cittadini e polizia ha dato i suoi frutti e in questo caso ha portato all'arresto di un 22enne e al sequestro di più di 40 grammi di cocaina. E' successo nella serata del 20 giugno alla Galleana

Ancora una volta la collaborazione tra cittadini e forze dell'ordine ha dato i suoi frutti e in questo caso ha portato all'arresto di un 22enne e al sequestro di più di 40 grammi di cocaina. Tutto è iniziato nella tarda serata del 20 giugno quando un piacentino ha notato dei movimenti sospetti nei pressi di un bar alla Galleana, ha chiamato il 113 e in pochi minuti dopo le volanti stavano già controllando i clienti del locale. Ascoltandone alcuni hanno capito che un giovane poco prima del loro arrivo era scappato e altri hanno confessato loro di aver acquistato alcune dosi di cocaina proprio dallo stesso uomo. Dopo una breve ricerca lo hanno trovato in un altro bar in via Manfredi molto agitato ma senza niente addosso. Gli agenti hanno capito che con tutta probabilità si era disfatto della droga che stava spacciando al momento della chiamata al 113, e che sarebbe tornato a riprendersela e così è stato. Mentre i poliziotti delle volanti del Turno Due trovavano, come avevano intuito, in un cortile di un condominio a pochi metri dal bar alcuni sacchetti di plastica con 41 grammi di cocaina, un marsupio con all'interno alcune dosi di coca già confezionate, i documenti e il cellulare del giovane appena controllato in via Mafredi, i poliziotti della squadra mobile lo bloccavano a pochi metri dal locale proprio mentre andava a riprendersi la polvere bianca e il marsupio. E' stato portato in questura e arrestato per detenzione di droga ai fini di spaccio. Il giovane piacentino è già noto alle forze dell'ordine per precedenti di polizia sempre per spaccio. «Quando c'è la forza si può lavorare bene e i risultati arrivano. Questa forza è garantita anche dalla presenza quasi quotidiana dei reparti prevenzione crimine di Reggio Emilia. Plauso al cittadino che ha chiamato e quelli che ci hanno segnalato il 22enne in fuga», dichiara a margine della conferenza stampa, il dirigente della Squadra Mobile, Salvatore Blasco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid-19: nel Piacentino altri 62 casi e otto decessi

  • Cultura

    Viaggio in anteprima nella sezione Archeologica restaurata del Farnese

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento