Pioggia battente: sette strade di nuovo k.o.

Continua a piovere sulle strade piacentine. La Provincia ha disposto la chiusura al transito di sette tratti di sua competenza. Non si passa sulla provinciale di Muradolo, sulla Chiavenna, sulla Genova e sulla Groppanello. Chiusa fino a nuova comunicazione la provinciale di Padri: il terreno è franato di nuovo

Pioggia e danni. Nel piacentino, da un paio di giorni non si vede altro. In queste ore sono state chiuse sette strade provinciali per allagamenti e smottamenti. Ecco la situazione aggiornata:

Provinciale di Padri, interrotta da una frana. Off limits la provinciale di Muradolo, tra Ponte Riglio e Caorso e la provinciale Chiavenna: entrambe le strade sono bloccate dagli allagamenti di queste ore.

Non si passa neanche sulla provinciale di Genova, chiusa due chilometri a nord di Vernasca. A Vernasca non si arriva neanche dalla provinciale di Bardi, chiusa nei pressi del suddetto centro abitato.  Chiusa anche la strada di Cantone, tra Agazzano e Castagno. A sud di Sariano, interrotta per allagamenti anche la provinciale di Gropparello. 
  Nelle prossime ore riapriranno buona parte delle strade chiuse  

Nelle prossime ore, è prevista la riapertura delle provinciali di “Genova”, di “Gropparello” e di “Bardi”. Per il ripristino della transitabilità sulle altre strade interrotte, si dovrà attendere probabilmente l'intera giornata.

Resterà comunque chiusa la provinciale di Padri: è bloccata da una frana, saranno necessari lavori più complessi. La strada, anche nei giorni scorsi, era rimasta chiusa a lungo per via di un cedimento del terreno.

Per quanto riguarda le strade di “Muradolo” e “Chiavenna”, la situazione dovrebbe tornare alla normalità con la diminuzione delle piogge ed il conseguente rientro negli alvei dell'acqua che ha allagato le carreggiate.   

Aggiornamento del 28 aprile 2009, ore 16.50

La pioggia incessante delle ultime ore continua a causare problemi alla viabilità del territorio. Malgrado il Servizio Infrastrutture e Viabilità, grazie ai tempestivi interventi delle ultime ore, sia riuscito a riaprire le strade provinciali di “Genova” (due chilometri a nord di Vernasca) e “Bardi” (nei pressi di Vernasca), continuano a rimanere chiuse al traffico le provinciali di “Gropparello” e “Padri”, interrotte da frane di grandi dimensioni.

Sono impraticabili anche le provinciali di “Chiavenna”, in prossimità del sottopasso di Caorso, e di “Muradolo”, tra Ponte Riglio e Caorso, entrambe per allagamenti dovuti alla fuoriuscita dell'acqua dagli alvei. Inoltre, rimane chiusa al traffico anche la provinciale di “Cantone”, tra Agazzano e Castano. Nuovi disagi si segnalano invece sulla provinciale di “Caldarola” e “Tassara”, tra Stadera e Tassara.


Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Piacenza usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Incidente a San Rocco, chiuso temporaneamente il ponte di Po

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento