Cronaca

Prende vita la task force contro le truffe agli anziani, Zandonella: «Nessuna vergogna, denunciate»

Su spinta del Comune comprende le forze dell'ordine e i media ed è volta al contrasto di un fenomeno odioso e molto diffuso a Piacenza che ha visto derubare decine di anziani anche di migliaia di euro

Truffe agli anziani. Prende vita una task force che su spinta del Comune di Piacenza comprende le forze dell'ordine e i media ed è volta al contrasto di un fenomeno odioso e molto diffuso a Piacenza, che ha visto letteralmente derubare anche di migliaia di euro decine e decine di anziani. Nell'ottobre 2020 il ministero dell'Interno ha scelto Piacenza per destinarle 36mila euro da utilizzare in un progetto contro le truffe agli anziani, l'Amministrazione comunale aveva intercettato il fondo e preparato un piano approvato e protocollato in prefettura e, ad oggi, l'iniziativa sta prendendo forma ed è varia e strutturata. Al momento l'Arma e la polizia di Stato stanno formando ad hoc agenti della polizia locale. 

E' stato un lavoro di concerto tra la polizia locale, la polizia e i carabinieri e il comune con l'ufficio comunicazione e ufficio delle attività socio ricreative: se la ratio è duplice - da una parte contrastare il fenomeno in maniera repressiva, dall'altra cercare di raggiungere la popolazione più anziana nei luoghi di ritrovo - l'obiettivo è uno: informare le potenziali vittime che devono denunciare senza mai provare vergogna per fornire alle forze dell'ordine più dettagli possibile cosicché da creare una banca di dati, informazioni, identikit, modus operandi, che possa essere utile e condivisa dalle forze in divisa. Importante è anche la parte informativa, ossia dotare gli anziani di tutte le accortezza che potranno preservarli da questo tipo di abuso. 

Luca Zandonella-12«Denunciate sempre. Le persone che si devono vergognare sono coloro che truffano e derubano i nostri anziani anche di migliaia di euro facendo leva su svariati punti deboli, quali i figli in pericolo e si approffitano della loro fiducia e della bontà. Denunciare alle forze dell'ordine, raccontare quanto accaduto, fornire dettagli è estremamente utile per risalire ai malviventi», a dirlo è l'assessore alla Sicurezza Luca Zandonella che conclude con un appello: «Non abbiate paura e qualora vi ritroviate in casa o vi avvicini qualcuno su cui avete qualche dubbio chiamate immediatamente le forze dell'ordine, il malvivente quasi sempre si allontanerà con una scusa e voi vi salverete» In considerazione del particolare periodo di emergenza Covid si è scelto di non percorrere la strada della distribuzione di opuscoli ma di diffondere in tutto il territorio piacentino manifesti e supporti visivi dedicati che abbiano immagini che possano attirare l'attenzione mostrando differenti situazioni di rischio. Saranno privilegiati i luoghi i di incontro come i centri commerciali, uffici postali, supermercati, biblioteche, ambulatori medici, uffici, mercati rionali, circoli, palestre, oratori. Saranno anche usati i media locali per diffondere tutte le informazioni relative alle iniziative promosse che consisteranno in numerosi e capillari incontri con le forze dell'ordine in varie sedi e a gruppi contenuti nel rispetto ovviamente delle normative sanitarie.

Un altro aspetto che verrà affrontato e che è fondamentale perché la chiave di volta, con figure competenti sarà il disagio e la vergogna dell'anziano nel denunciare la truffa subita temendo spesso il giudizio e il rimprovero per la propria ingenuità rendendolo piu fragile e chiuso. Una vergogna nata dall'essersi fidato delle persone sbagliate che porta spesso a nascondere il fatto anche ai famigliari. Saranno infine organizzati spettacoli teatrarli con compagnie locali anche dialettali, dove verranno rappresentate situazioni realmente accadute, fatti possibili ma difficilmente immginabili cercando di simulare situazioni serie in maniera più leggera e se possibile anche divertente, con il proposito di far conservare nella memoria immagini e i casi raccontati.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prende vita la task force contro le truffe agli anziani, Zandonella: «Nessuna vergogna, denunciate»

IlPiacenza è in caricamento