menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Antonio Colonna e Matteo Centini

Antonio Colonna e Matteo Centini

Restano in carcere i carabinieri della Levante arrestati

Il gip Milani ha respinto le richieste di scarcerazione presentate dagli avvocati di alcuni dei militari della caserma Levante finiti in carcere con diverse accuse

Rimangono per ora in carcere i carabinieri della caserma Levante arrestati nell'inchiesta della Procura di Piacenza. Dopo gli interrogatori di garanzia il gip Luca Milani ha respinto le istanze di scarcerazione presentate dai difensori di alcuni dei militari finiti in carcere. Tra questi l’appuntato Angelo Esposito, tra i primi ad essere sentito nei giorni scorsi dai pm Antonio Colonna e Matteo Centini. Per i carabinieri arrestati la Procura ipotizza reati come spaccio di sostanze stupefacenti, tortura, estorsione e lesioni personali. Esposito davanti al giudice si era detto «estraneo a tutti i fatti contestati» scoppiando più volte a piangere. «Per il mio assistito - ha spiegato il legale di Esposito, l’avvocato Pierpaolo Rivello, all’agenzia Agi - il gip ha detto che potrebbe commettere nuovi reati della stessa indole e che la sua versione dei fatti è completamente diversa rispetto alle dichiarazioni rese da Montella. Io avevo chiesto la revoca della misura o in alternativa la sua sostituzione. Il gip, invece, non ha preso in esame l'ipotesi della sostituzione», ha concluso il difensore dell'appuntato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Il giardino di via Negri è un ritrovo di spacciatori»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento