Restano in carcere i carabinieri della Levante arrestati

Il gip Milani ha respinto le richieste di scarcerazione presentate dagli avvocati di alcuni dei militari della caserma Levante finiti in carcere con diverse accuse

Antonio Colonna e Matteo Centini

Rimangono per ora in carcere i carabinieri della caserma Levante arrestati nell'inchiesta della Procura di Piacenza. Dopo gli interrogatori di garanzia il gip Luca Milani ha respinto le istanze di scarcerazione presentate dai difensori di alcuni dei militari finiti in carcere. Tra questi l’appuntato Angelo Esposito, tra i primi ad essere sentito nei giorni scorsi dai pm Antonio Colonna e Matteo Centini. Per i carabinieri arrestati la Procura ipotizza reati come spaccio di sostanze stupefacenti, tortura, estorsione e lesioni personali. Esposito davanti al giudice si era detto «estraneo a tutti i fatti contestati» scoppiando più volte a piangere. «Per il mio assistito - ha spiegato il legale di Esposito, l’avvocato Pierpaolo Rivello, all’agenzia Agi - il gip ha detto che potrebbe commettere nuovi reati della stessa indole e che la sua versione dei fatti è completamente diversa rispetto alle dichiarazioni rese da Montella. Io avevo chiesto la revoca della misura o in alternativa la sua sostituzione. Il gip, invece, non ha preso in esame l'ipotesi della sostituzione», ha concluso il difensore dell'appuntato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Tenta un sorpasso a velocità folle poi si ribalta e tenta di scappare a piedi: denunciato

  • Nina Zilli porta Guido Meda in giro per la Valtrebbia

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

  • Diventano parenti al matrimonio e poi si picchiano al bar: due feriti e una denuncia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento