rotate-mobile
Cronaca

Rissa alla Bossina, coinvolti anche richiedenti asilo di Cona

Rissa tra profughi alla Cascina Bossina sulla strada per Cortemaggiore alle porte di Piacenza. Per motivi ancora da chiarire dalle parole si è passati ai fatti. Sul posto i carabinieri del Radiomobile, le volanti della polizia e il 118

Serata movimentata alla Cascina Bossina quella del 13 gennaio. Per una rissa che avrebbe coinvolto diversi richiedenti asilo sono dovute intervenire tre volanti della polizia, tre pattuglie dei carabinieri e il Radiomobile, l'automedica del 118 e un'ambulanza della Croce Rossa. Tutto è iniziato verso le 23. Alcuni profughi, ospitati nella struttura alle porte di Piacenza sulla strada per Cortemaggiore, per futili motivi, se le sarebbero date di santa ragione fino all'arrivo delle forze dell'ordine e dei soccorsi. In tutto tre stranieri sono stati portati in ospedale per ematomi e contusioni, mentre altri due sono invece stati condotti al comando provinciale dell'Arma in viale Beverora per accertamenti. Due giovani del Gambia, provenienti da Cona (dove qualche tempo fa c'era stata una rivolta), stavano ascoltando musica attaccati a una presa elettrica, ad un certo punto alcuni richiedenti asilo del Bangladesh hanno staccato il cavo per farsi un caffè e da lì in pochi minuti si è scatenata la rissa. Al termine di tutti gli accertamenti i 5 sono stati denunciati per rissa e ora rischiano l'espulsione dal pacchetto di accoglienza. 


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rissa alla Bossina, coinvolti anche richiedenti asilo di Cona

IlPiacenza è in caricamento