Spacciava «in sede fissa» davanti a Borgofaxhall: in carcere 54enne

Nuovo arresto per Hadi Seniguer, 54enne algerino già fermato dalla polizia lo scorso 13 agosto in flagranza di reato per aver ceduto hashish a due minorenni. Allo straniero è stato notificata un'ordinanza di custodia cautelare in carcere: lunga la lista di reati - si presume attività di spaccio dal 2006 - a cui dovrà rispondere

E' stato notificato a Hadi Seniguer, algerino (nato a Tunisi) 54 anni fa, un ordine di custodia cautelare in carcere, dopo un'attenta attività d'indagine nei suoi confronti da parte della sezione narcotici della mobile della polizia.

DROGA A MINORENNI - Lunga è la presunta attività di spaccio dello straniero secondo gli investigatori; è stato più volte arrestato, pregiudicato, in Italia senza un'occupazione fissa. Venne tratto in arresto dalla polizia lo scorso 13 agosto dopo esser stato colto, in flagrante, cedere dell'hashish ad alcune minorenni. In liberà dopo due giorni, venne nuovamente fermato dai carabinieri la settimana dopo. La custodia cautelare in carcere, in attesa del processo, ha raccolto a suo carico una decina di questi episodi.
  L'uomo non si spostava mai da piazzale Marconi: erano i clienti a cercarlo. Dopo gli ordini, tornava con l'hashish  

IL LUOGO DI SPACCIO - Si presume che l'uomo stazionasse con frequenza nei pressi della galleria Borgofaxhall, accanto a piazzale Marconi. Da qui partiva la sua attività di spaccio. «Non aveva contatti telefonici con i clienti - conferma Stefano Vernelli, dirigente della mobile (in mezzo nella foto) -, la gente sapeva dove trovarlo, non si spostava mai. Sempre davanti alla galleria. Una volta avuto l'ordine, scompariva per qualche istante, dopo aver recuperato lo stupefacente in qualche presumibile nascondiglio nei dintorni».

RICETTAZIONE - Poichè molti tra coloro che si rifornivano dal 54enne erano soliti pagare con merce rubata, nell'abitazione dell'uomo sono stati trovati anche oggetti - tra cui un computer - di provenienza illecita. Seniguer dovrà rispondere anche di ricettazione. Aveva indosso, inoltre, una patente rubata ad Agrigento, sulla quale aveva posto la sua foto.

FERMATI ALTRI GIOVANI - Ma lo spaccio davanti a Borgofaxhall, pur con l'algerino in carcere, non si ferma. Alla fine della scorsa settimana sono stati pizzicati nella medesima zona due 17enni con indosso 2 grammi e mezzo di hashish. "Fumo", con ogni probabilità, appena acquistato.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 29 anni travolto da un furgone pirata

  • Un 28enne di Cadeo la vittima del tragico incidente a San Giorgio. E' caccia al furgone bianco

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento