menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sviluppo del turismo a Piacenza, anche un esperto di Google nell'incontro del 7 aprile

Fare il punto sullo stato di salute del turismo piacentino, anche in virtù della nuova legge regionale, è l’obiettivo dell’incontro pubblico organizzato dal Partito Democratico e dall’Associazione Piacenza Cultura Sport, che si svolgerà giovedì 7 aprile alle 21 alla Circoscrizione 3 in via Martiri della Resistenza 3

Piacenza ha tutte le carte in regola per candidarsi come meta turistica d’eccellenza. Architettura, natura, enogastronomia, artigianato e sport all’aria aperta. Eppure inserirsi nel tour delle città visitate resta ancora un’ambizione difficile da realizzare e i dati recentemente diffusi dall’Istat non sono confortanti.

Fare il punto sullo stato di salute del turismo piacentino, anche in virtù della nuova legge regionale, è l’obiettivo dell’incontro pubblico organizzato dal Partito Democratico e dall’Associazione Piacenza Cultura Sport, che si svolgerà giovedì 7 aprile alle 21 alla Circoscrizione 3 in via Martiri della Resistenza 3  con la partecipazione di un rappresentate di Google che interverrà sul tema dello sviluppo strategico promozionale del turismo tramite internet.

Fabio Malusardi, presidente dell’Associazione Piacenza Cultura Sport, sarà tra gli oratori della serata. «Restare fermi ad attendere gli eventi - afferma - non cambierà lo stato dei fatti. Allo stesso tempo continuare a spendere fiumi di parole senza passare ai fatti non aiuta Piacenza a uscire dall’impasse. Siamo a un bivio. Rimane storica la frase "Con la cultura non si mangia". Pur in completo disaccordo, alla luce degli investimenti fatti, a volte anche cospicui, non potrei che dare ragione a chi ha parlato: è tutto finito in nulla, vuoi per miopia, vuoi per "ignoranza" di chi li ha fatti. Si è parlato di app, ma non di manutenzione e di contenuti. Si è parlato di progetti, ma si è dimenticato di specificare cosa metterci dentro. Sono stati realizzati dei gran contenitori, ma mai testati e mai riempiti se non con nozioni obsolete e imprecise. Ora bisogna decidere. Se continuare con progetti imposti dall'alto, con regole e qualifiche non specificate, oppure se cambiare completamente punto di vista. Le istituzioni hanno fallito, e non parlo solo dello stato. Il mondo è cambiato, c'è stato il raduno degli alpini, c'è stato l'Expo. Noi eravamo in vacanza, in un'altra nazione. Le soluzioni ci sono. Noi pensiamo forse di averne trovata qualcuna, ma non siamo qui per dirvela. Siamo qui per ascoltare chi ha idee e progetti per crescere insieme».

All’incontro, introdotto da Elena Libè, saranno presenti gli esperti Paolo Rizzi, facoltà economia giurisprudenza UCSC “marketing e sviluppo territoriale”, Giampietro Comolli, manager distretti tematici produttivi made in Italy “strategia di una area interna vocazionale”.

Interverranno inoltre Elisabetta Rapetti, Assessore al Turismo nel Comune di Gossolengo, Andrea Dall’Orto, Strada dei Sapori della Bassa, e Valentino Matti, presidente associazione Valtidone-Luretta, che porteranno la loro esperienza di vita e lavorativa come esempio di progettualità che funziona.

Maggiori informazioni sulla pagina Facebook dell’Associazione Piacenza Cultura Sport https://www.facebook.com/AssociazionePiacenzaCultura/

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento