rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
La polemica / Barriera Torino / Piazzale Torino

Tamponi, un altro giorno nel caos a piazzale Torino

Centinaia di auto dalla mattina in coda per accedere all'hub di via Anguissola. Ritardi anche per i mezzi pubblici bloccati nel traffico. Tutte le pattuglie della polizia locale sul posto

In coda con l'auto fino a tre ore per effettuare il tampone, traffico completamente in tilt, ritardi anche per i mezzi pubblici. E cittadini su tutte le furie. E' andato in scena anche lunedì dieci gennaio, per il secondo giorno consecutivo, il caos legato alla postazione Asl del drive-trough in via Anguissola. Centinaia di piacentini sono arrivati già dalla prima mattinata nella zona tra piazzale Torino e via 21 Aprile per dirigersi alla tensostruttura ed effettuare il tampone molecolare programmato. E, ancora una volta, tutti si chiedono perché non sia stato individuato un sito alternativo come Piacenza Expo oppure la Caorsana. Fin dalla prima mattina del 10 gennaio sul posto ci sono state le pattuglie della polizia locale: «Abbiamo cercato, per quanto possibile, di fluidificare il traffico, cercando di incolonnare da una parte chi era diretto ad effettuare i tamponi - spiega Mirco Mussi, comandante della Polizia locale di Piacenza - siamo dovuti intervenire anche alcune volte per permettere alle ambulanze del 118 di uscire dall'area di sanificazione che si trova sempre in quella zona. Per fare fronte a tutto ciò abbiamo dovuto però annullare tutti gli altri servizi che avevamo programmati nelle altre zone della città. Abbiamo impegnato tutte le pattuglie disponibili».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tamponi, un altro giorno nel caos a piazzale Torino

IlPiacenza è in caricamento