rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Bettola

Torre rilancia: «Bortellina proibita fuori da Bettola»

Prosegue la "pazza" campagna elettorale a Bettola di Stefano Torre, che ha tenuto un comizio in piazza Colombo durante il mercato del lunedì

Nel 2012 dalla pompa di benzina di Bettola partì la corsa di Pier Luigi Bersani verso la guida dell’Italia. Dal mercato del lunedì in piazza Colombo ha lanciato la sua corsa verso le Comunali di giugno il “candidato pazzo” Stefano Torre, che sta scompaginando il quieto vivere delle Amministrative locali. «Ho deciso di candidarmi perché mi sono rotto i c.....i – ha tuonato dalla piazza, immortalato in un video già pubblicato su Youtube -. Non ne posso più di politici che promettono e non fanno niente». Torre non rinnega i punti chiave del suo programma, già ampiamente conosciuti: Tour Eiffel e Gran Premio di Formula 1 a Bettola, il monte Santa Franca trasformato in un vulcano, un porto mercantile nel Nure e altri progetti che fanno discutere nei bar del paese e non solo. Il programma è stata rimpinguato: contrasto ai vigili urbani che staccano troppe multe e perfino lotta alla morte, altra scocciatura per tanti cittadini (non solo di Bettola). Ecco due perni che si aggiungono alle sue linee programmatiche per governare il paese della Valnure nei prossimi cinque anni. Spazio inoltre anche a un vinodotto in grado di trasportare il vino da Ziano e una coppa del mondo di sci a Pertuso di Ferriere. 

Mentre anche nel capoluogo Piacenza i programmi non sono neanche lontanamente in via di definizione, in Valnure le idee sono molto più chiare. L’obiettivo, in prospettiva, è l’indipendenza di Bettola. «La sogno indipendente - prosegue nel comizio Torre - uno Stato in grado di battere moneta, dobbiamo uscire dall’euro». Dopo l’indipendenza c’è voglia di allargare i confini anche a Ferriere. Torre rilancia un altro tema a lui caro: la valorizzazione della bortellina. «Sarà proibito farla fuori da questo territorio – ha detto in piazza, parlando alla "pancia" del paese nel vero senso del termine -. La ricetta deve essere segreta, la bortellina piace e porta turismo, e porta anche felicità ai bettolesi». Applausi per Torre e, forse, qualche grattacapo in più per gli altri candidati. In tanti, in Valnure, si chiedono se parteciperà veramente alla consultazione elettorale e se sarà capace di portare a casa i voti per conquistare il comune. Gli avversari sono consapevoli che sarà difficile mettere sulla bilancia un programma in grado di catturare l'attenzione e far sognare allo stesso modo l’elettorato. Le Comunali 2017 dovranno fare i conti anche con lui, Stefano Torre. Il candidato che promette mari e monti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torre rilancia: «Bortellina proibita fuori da Bettola»

IlPiacenza è in caricamento