rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca Gazzola

Tubercolosi polmonare, colpito un bambino. Al via le indagini cliniche

L'Ausl: "La pediatra di comunità sta eseguendo indagini cliniche di approfondimento sui bambini e gli insegnanti di una classe della scuola elementare di Gazzola.  L’intervento è effettuato a scopo precauzionale dopo l’accertamento di un caso di tubercolosi polmonare in uno dei piccoli studenti"

"La Pediatra di comunità sta eseguendo indagini cliniche di approfondimento sui bambini e gli insegnanti di una classe della scuola elementare di Gazzola.  L’intervento è effettuato, a scopo precauzionale (vista l’età degli alunni) dopo l’accertamento di un caso di tubercolosi polmonare, peraltro non trasmissibile ad altri soggetti, in uno dei piccoli studenti". Si legge in una nota ufficiale dell'Ausl. 

"La tubercolosi (Tbc) è una malattia infettiva che può interessare vari organi ad esempio reni, polmoni, linfonodi, sistema nervoso e a volte la localizzazione polmonare può determinarne la contagiosità. La fonte di contagio, in genere, non sono i bambini, poco o per niente contagiosi, ma gli adulti e gli adolescenti. E’ causata da un batterio, il Mycobacterium tuberculosis o bacillo di Koch, che si trasmette per via aerea. Non necessariamente tutti i soggetti contagiati dal batterio della Tbc si ammalano. Si calcola che solo il 10-15% delle persone infettate dal batterio potrà sviluppare la malattia nel corso della sua vita".

"I sintomi della Tbc - conclude la nota - sono diversi a seconda dell’organo interessato. La malattia è curabile con antibiotici specifici, dopo l’inizio della terapia e dopo la valutazione specialistica,  le persone possono riprendere le loro attività abituali. Nella nostra Ausl a tutt’oggi non c’è un’emergenza tubercolosi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tubercolosi polmonare, colpito un bambino. Al via le indagini cliniche

IlPiacenza è in caricamento