Un teschio umano e statue di idoli pagani: l'ombra di una setta satanica sulla città

Macabro e inquietante ritrovamento effettuato dalla squadra anti-sette incardinata nella sezione della Mobile Criminalità organizzata e straniera in un appartamento nella zona della Galleana. Tre le persone denunciate. Sequestrate anche statue di idoli pagani di forma umanoide caprina

Il teschio

Un teschio probabilmemte umano, statue di idoli pagani di forma umanoide caprina, rune di tipo celtico e druidico, un coltello da cucina riconducibili a culti esoterici, pagani e satanisti: questo il macabro e inquietante ritrovamento effettuato dalla squadra anti sette incardinata nella sezione della Mobile Criminalità organizzata e straniera in un appartamento nella zona della Galleana. I poliziotti, coordinati dal sostituto procuratore Matteo Centini, stanno indagando su un fenomeno definito in espansione nel Piacentino e che potrebbe passare anche attraverso i social network. Si ipotizza l'esistenza di una setta dedita al culto di Satana che potrebbe aver raccolto proseliti anche in rete. Le indagini stanno proseguendo a ritmo serrato per cercare di ricostruire con precisione la posizione di tre persone che al momento sono solo state denunciate per ricettazione. Si tratta di una donna piacentina di 42 anni, che potrebbe avere il ruolo della sacerdotessa, di un uomo di 39 anni non residente in città ma solo di passaggio e di un terzo uomo di 60 anni residente in una provincia limitrofa ma sempre in Emilia Romagna. Non è chiaro ancora quante persone siano coinvolte in questa indagine tuttavia gli investigatori hanno sequestrato anche materiale informatico ora al vaglio di unità specializzate della polizia, oltre a tutti gli oggetti rinvenuti su un tavolino nell'abitazione della donna allo Stadio. Il 60enne sarebbe stato visto aggirarsi in cimiteri ed ossari e proprio da lì potrebbe venire il teschio scarnificato quasi sicuramente umano. Gli agenti stanno anche indagando per capire se in questi ambiti siano state plagiate alcune persone in condizioni psicologiche già precarie, se i coinvolti possano aver somministrato droghe e se possano aver usato e perché la tecnica dell'ipnosi per assoggettare persone con l'obiettivo di un totale condizionamento psicologico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Come non sporcare la mascherina con il trucco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento