Via Maddalena: nel garage 'custodivano' 1 chilo e mezzo di droga, arrestati

Due marocchini sono stati trovati con un chilo e mezzo di droga in un garage di via Maddalena (viale Malta). Avevano un grosso giro di spaccio tra i giovani piacentini, denunciata anche la moglie di uno dei due. LE IMMAGINI

carabinieri_papaleo_1Due marocchini sono stati trovati con un chilo e mezzo di droga in un garage di via Maddalena (viale Malta). Avevano un grosso giro di spaccio tra i giovani piacentini, denunciata anche la moglie di uno dei due.

LE INDAGINI - Questa è la conclusione di un'indagine dei carabinieri del nucleo investigativo di Piacenza. Da tempo gli uomini del capitano Papaleo tenevano d'occhio due cittadini marocchini che vedevano passare a tutte le ore del giorno tra viale Malta e via Beverora con auto di lusso e vestiti sempre di marca. Questo li ha insospettiti e li ha condotti effettivamente a scoprire e sgominare un vasto giro di spaccio sia in città che in provincia.

LA DROGA 'UNTA' - I militari quindi hanno ricostruito il quadro della situazione: i marocchini avevano due case in città una in via Caccialupo e l'altra in via Maddalena (incrocio con viale Malta), in ciascuna di queste case abitavano le mogli dei due. L'appartamento di via Maddalena era effettivamente il luogo dove avveniva lo spaccio di hascish e dove i militari hanno trovato la droga, già divisa in panetti e unta da olio e hennè per non farla eventualmente fiutare dai cani antidroga e 1000 euro in contanti, provento dello spaccio.

'L'OSTELLO' E LA VALIGETTA - All'interno dell'abitazione però non vi era solo la moglie ma anche parecchie persone che vi abitavano, una sorta di 'ostello' con alcuni stranieri: egiziani, bulgari e marocchini. Nell'appartamento in via Caccialupo i militari hanno trovato invece una valigetta rubata qualche tempo fa ad un medico di Gazzola, la moglie di uno dei marocchini, infermiera in una casa di cura di Rivergaro, si è giustificata dicendo di averla trovata per strada e di non aver denunciato il ritrovamento per paura. Anche su questo si sta indagando.

I marocchini disponevano non solo delle due case in città ma anche di un'altro 'punto di appoggio': un'abitazione a Rivergaro dove i due dormivano per 'spacciare meglio' la droga.

I carabinieri quindi li hanno bloccati mentre i due erano in auto e li hanno arrestati per detenzione e spaccio di droga. La moglie di uno dei marocchini è stata invece denunciata per ricettazione.

droga_74

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 29 anni travolto da un furgone pirata

  • Un 28enne di Cadeo la vittima del tragico incidente a San Giorgio. E' caccia al furgone bianco

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento