Abolizione ticket, lo Spi Cgil Farnesiana consegna la petizione al consigliere Tarasconi

Pensionati dello Spi Cgil in campo per l’abolizione dei ticket sanitari alle fasce più deboli della popolazione e per il ripristino degli autobus gratuiti per gli over 65 e per gli adolescenti

Pensionati dello Spi Cgil in campo per l’abolizione dei ticket sanitari alle fasce più deboli della popolazione e per il ripristino degli autobus gratuiti per gli over 65 “e per gli adolescenti”. Importante appendice politica al recente Congresso della Lega Spi Cgil della Farnesiana. Il segretario di Lega Spi del popoloso quartiere cittadino, Ignazio Brambati, già assessore del Comune di Piacenza, ha consegnato nelle mani del consigliere regionale Katia Tarasconi una raccolta firme “per abolire i ticket sanitari per le fasce più deboli e per stabilire nuove fasce Isee per i non esenti”.  La raccolta di firme, spiegano dallo Spi, è attualmente in corso. Tuttavia si è voluto sottolineare l’importanza del tema consegnando le prime mille firme al consigliere regionale che si è fatto carico di portare l’iniziativa in Regione. “Ticket sanitari e autobus gratuiti per anziani ed adolescenti. Sono due le raccolte firme che abbiamo messo in campo – spiega Brambati – da un lato, una petizione popolare per ribadire l’universalità e delle cure mediche, messa a dura prova dai vari balzelli soprattutto per visite specialistiche. Mentre all’amministrazione comunale, al Consiglio e al Sindaco è rivolta una raccolta firme per riportare i bus gratuiti agli over 65 e anche per gli adolescenti. E’ un’iniziativa che porterebbe benefici dal punto di vista sociale e ambientale, che contrasta un’iniziativa reazionaria come quella dell’eliminazione della gratuità per gli anziani”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento