Agripiacenza Latte: il fatturato è in crescita e si pensa anche al Nord Europa

E’ un bilancio positivo quello approvato all’unanimità nella recente assemblea dei soci che si è svolta al caseificio di Cortemaggiore nel pieno rispetto delle norme anti Covid e presieduto dal presidente Marco Lucchini e dal direttore Roberto Arata

Cresce il fatturato del Consorzio Agripiacenza çatte, che si attesta a 90 milioni di euro e salgono a 2 milioni i quintali di latte compravenduto. E’ un bilancio positivo quello approvato all’unanimità nella recente assemblea dei soci che si è svolta al caseificio di Cortemaggiore nel pieno rispetto delle norme anti Covid e presieduto dal presidente Marco Lucchini e dal direttore Roberto Arata. Prima dell’esame del documento contabile, l’assemblea ha provveduto alla ratifica di alcune norme statutarie che consentono ora le riunioni on line e le convocazioni con Pec, approvate anche le variazione per il Regolamento interno che concernono le  consegne di latte dove vengono ulteriormente specificate le peculiarità organolettiche che deve possedere, la piena ottemperanza alle norme sanitarie, nonché quelle inerenti il benessere animale. Si è quindi proceduto alla nomina del nuovo consiglio che successivamente provvederà all’elezione del comitato esecutivo, con il presidente ed i suoi due vice, nonché alla distribuzione di specifiche deleghe. Nel suo intervento il presidente Lucchini ha sottolineato «l’importanza del lavoro dei soci per garantire un prodotto di sempre maggior qualità che ne consenta una sempre più efficace collocazione sui mercati e che, non a caso, ha ppprodotto un aumento di oltre il 5% delle consegne per la trasformazione. Le limitazioni produttive del Grana padano hanno ulteriormente incentivato la trasformazione del latte conferito dai soci anche nella produzione del formaggio “Bianco d’Italia” che, grazie alle sue qualità (utilizzo di caglio non animale, lavorato con alta tecnologia produttiva, senza utilizzo di lisozima), sta ottenendo sempre maggior successo sui mercati italiani ed esteri». Si stanno inoltre aprendo - è stato evidenziato - nuovi canali commerciali, soprattutto verso i paesi Nord Europei i cui consumatori sono oggi sempre più sensibili e attenti non solo alla qualità, ma anche all’ottemperanza verso il benessere animale. Un Consorzio che dunque cresce ulteriormente, proiettato verso il futuro, ma attento alla tutela della tradizione casearia.

assagripclatte2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento