menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al via la 15° edizione del dottorato Agrysistem

Sono 19 gli studenti che prenderanno parte al dottorato di studi multidisciplinare inerente il Sistema Agroalimentare

Sono 19 gli studenti che prenderanno parte ad Agrysistem il dottorato di studi multidisciplinare inerente il Sistema Agroalimentare giunto alla 15° edizione. 

Causa le limitazioni Covid, la presentazione per l’inizio delle lezioni si è svolta in video- conferenza con la partecipazione dei presidi Anna Maria Fellegara, della facoltà di Economia e Giurisprudenza  e di Marco Trevisan per la facoltà di Scienze agrarie, alimentari e ambientali. A coordinare l’evento, il direttore del dottorato, Paolo Ajmone Marsan che ha ricordato come l’obiettivo di Agrisystem sia quello di «formare una nuova generazione di esperti, in grado di affrontare le sfide del mondo food e dell’agricoltura, sia a livello locale che europeo e mondiale. Per questo i cardini del percorso di studi sono le nuove tecnologie, le leggi europee, insieme all’etica, alla sostenibilità e alle esigenze dei consumatori».

Il direttore ha spiegato che Agrisystem è caratterizzato da «un elevato numero di docenti internazionali, che si affianca all’importante presenza di studenti stranieri: questo, insieme alle 140 ore di corsi interdisciplinari tenute in lingua inglese, consentono di realizzare quella dimensione globale che è la cifra del nostro percorso».

Alcune cifre significative: fino ad ora, sono 259 gli studenti che hanno frequentato Agrisystem dal 2006 ad oggi, 175 i dottori di ricerca che hanno conseguito il diploma di dottorato. Un percorso di studi che consente rapidi inserimenti nel mondo del lavoro. Dei 19 neo iscritti, 4 potranno usufruire di borse di studio erogate dalla Fondazione Eugenio e Germana Parizzi, Horta srl, LabAnalysis srl e Università Cattolica, mentre per altri 4 le borse di dottorato Executive sono state sostenute da Barilla G.e R. F.lli spa, Affinity Petcare, Human’s Garden e Citimap scarl.

«Questa situazione - ha detto la Fellegara - ci deve far riflettere e non rimuovere il problema. Da tempo si parlava di rischio pandemia; questo è il nostro “esilio” e dobbiamo viverci, ribaltando relazioni e rapporti, con una riflessione umana sul senso del limite. In questo ci può servire- ha detto nel suo saluto- la rilettura della dottrina sociale della Chiesa, un nuovo rapporto di fratellanza che entri nella creazione di quello che ci è stato consegnato».

Al Welcome day Agrisystem anche due testimonianze di “best player” di Agrisystem, i dottori di ricerca Francesco Planchenstainer, oggi Food Regulatory & Compliance Director presso la Ferrero Usa, e Alessandro Chiodini, Project Adviser presso la Research Executive Agency (REA) della Commissione Europea, che hanno portato la loro esperienza focalizzandosi sulle softskills necessarie per gestire con successo la propria carriera nell’agrofood system.

«Mai rassegnarsi - ha detto Planchenstainer-  ad adagiarsi nella propria confort zone e usare la propria curiosità come sprone per abbracciare nuove sfide e nuove opportunità professionali. Sin dal momento che mi sono iscritto ad Agrisystem ho sempre cercato occasioni per ripensarmi professionalmente ed accademicamente. L’esperienza di Agrisystem mi ha consentito di abbracciare nuovi campi del sapere che non erano parte della mia educazione precedente giuridica, diventando una sorta di chimera fra scienza e diritto. I sempre più complessi problemi con cui ci confrontiamo oggi non possono essere risolti con una sola prospettiva epistemologica, ma richiedono di essere affrontati con un bagaglio di conoscenze diversificate. Nei team di lavoro delle imprese internazionali servono sempre più figure professionali che funzionino come “cerniere” fra i diversi punti di vista, operando sintesi innovative».

«Il messaggio che vorrei lasciarvi - ha concluso Chiodini - è “Enjoy the years ahead”, cioè goditi gli anni a venire. Nei prossimi anni imparerete molto, svilupperete relazioni preziose,  farete esperienze uniche. Bene, fatelo divertendovi, mettetevi in gioco più che potete e traete tutto ciò che un'esperienza come quella di Agrisystem saprà darvi».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Allargare la cava significa più inquinamento per la zona»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento