rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Economia

Ikea, Usb: «Proclamiamo lo stato di agitazione contro i finti esuberi»

Parte la vertenza, il sindacato: «Ecco le nostre richieste alla cooperativa San Martino che fornisce i servizi ad Ikea»

Dall'assemblea dei lavoratori e lavoratrici di Ikea viene proclamato lo stato di agitazione «contro i finti esuberi e la vera ingordigia di profitto». «Il sindacato Usb – fa sapere in merito alla vicenda del taglio di 120 posti di lavoro nel 2022 nel magazzino DC1 di Ikea a Piacenza - presenterà alla coop San Martino (fornitore di servizi in Ikea) una piattaforma rivendicativa contro il tentativo di fare arretrare le conquiste pregresse. Viene richiesto il pagamento della malattia al 100%, il premio di produttività, il passaggio dal part time al full time su base volontaria, il pagamento della carenza contrattuale, la fine del clima di intimidazione interno, il pagamento dei tamponi per coloro che sono sprovvisti di green pass. Usb aprirà il contenzioso per i lavoratori precari in possesso dei requisiti per la stabilizzazione».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ikea, Usb: «Proclamiamo lo stato di agitazione contro i finti esuberi»

IlPiacenza è in caricamento