Packaging, Confapi industria Piacenza promuove un convengo nazionale

Confapi Industria Piacenza promuoverà un convegno tutto dedicato al packaging nel prossimo anno: «Un modo per valorizzare le eccellenze del territorio» lo ha definito il presidente Cristan Camisa

Cristan Camisa

Packaging, Confapi Industria Piacenza promuove un convegno. È questo uno dei progetti per il nuovo anno che l’associazione ha in programma con l’obiettivo di analizzare quello che è uno degli comparti più importanti dell’economia piacentina.

«Il settore del packaging si conferma come uno dei settori più dinamici e in salute dell'economia italiana, un ambito altamente tecnologico e innovativo - ha spiegato il presidente Cristian Camisa - lungo la Via Emilia si trova la più grande concentrazione al mondo di industrie del packaging che fatturano nel nostro Paese oltre 6 miliardi di euro all'anno. Anche a Piacenza ci sono realtà realtà leader e vogliamo, come abbiamo fatto in altri settori, valorizzare le eccellenze del territorio».

Il packaging è un settore trasversale, in quanto coinvolge numerose fasi di lavorazione come l'estrusione dei materiali, la stampa, l’accoppiamento, il taglio, il confezionamento, la produzione di adesivi ed inchiostri e le etichette. Il settore di riferimento comprende aziende che svolgono le varie fasi di lavorazione e trasformazione, costruiscono e commerciano i macchinari ed eseguono determinati compiti come la progettazione di impianti, apparecchi ed attrezzature in genere per l'imballaggio, il confezionamento e il riempimento, parallelamente a servizi di design, etichettatura, distribuzione e vendita.

Ecco allora il motivo per cui l’associazione ha pensato a un grande convegno per il 2016: «Vorremmo radunare in una giornata diversi interventi - ha concluso Camisa - fare una analisi di contesto della filiera e in pratica spiegare cosa si intenda per packaging (flessibile, carta e cartone, banda stagnata, vetro) dato che si riferisce non solo alla materialità dell'imballaggio, ma anche agli aspetti immateriali riguardanti il processo produttivo, industriale ed estetico. Verrà inoltre analizzato l'impatto dell'indotto sul territorio piacentino e i mercati di riferimento (alimentare, pet food, farmaceutico, cosmetico, industriale). Si proporranno case history di una o più aziende piacentine con valutazioni sull’impatto ambientale e la sostenibilità del settore con una tavola rotonda specifica».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento