Riprende la collaborazione tra Piacenza e la Camera di Commercio Italia-Kosovo

Il Consorzio Infrastrutture e Logistica del Presidente Federico Scarpa ha promosso nei giorni scorsi un incontro tra il Segretario generale della Camera di Commercio Italia – Kosovo, Dott.ssa Vittoria Pompò e il Vice Presidente del Segretariato Permanente del Summit mondiale dei Premi Nobel per la Pace

Il Consorzio Infrastrutture e Logistica del Presidente Federico Scarpa ha promosso nei giorni scorsi un incontro tra il Segretario generale della Camera di Commercio Italia – Kosovo, Dott.ssa Vittoria Pompò e il Vice Presidente del Segretariato Permanente del Summit mondiale dei Premi Nobel per la Pace (PERMSEC) Marzio Dallagiovanna . La Dott.ssa Pompò ha chiesto al dirigente piacentino del PERMSEC di illustrare ad una delegazione degli studenti nelle Università kosovare il proprio progetto di Curriculum accademico “Leading by Example” per coinvolgere i giovani in problematiche reali inerenti la situazione globale, i conflitti etnici, un mondo non violento, il razzismo, i problemi ambientali globali, la proliferazione della armi ecc. “, di grande attualità. La sede del Consorzio ha poi ospitato alcuni incontri bilaterali tra la Dott.ssa Pompò, anche in rappresentanza dell’Associazione Camerale Italia – EurAsia nonché delegata di UN.Women e portavoce, tra le altre, della ONG Coordinamento Donne nel mondo e diverse realtà imprenditoriali piacentine. E’ stata l’occasione per gli associati e gli ospiti del Consorzio di scoprire e, in qualche caso, approfondire la conoscenza delle realtà economiche, le prospettive di sviluppo e le opportunità di investimento di aree come il cosiddetto Westbalkan, appunto il Kosovo o l’Albania, il Camerun in Africa e l’Unione Economica Eurasiatica e Paesi limitrofi. (Armenia, Bielorussia, Kazakistan, Kirghizistan e Russia). L’iniziativa, ha dichiarato il Presidente Federico Scarpa, fa seguito alla partecipazione del Co.Sil. all’incontro con il Viceministro del Commercio e con il Console del Kosovo, di poche settimane fa a Curtatone (MN). La Dott.ssa Pompò ha esposto ai presenti le esigenze e le strategie di sviluppo delle aree interessate e, con l’ausilio dei consulenti del Consorzio, sono state identificate ed ipotizzate le opportunità di intervento e sviluppo per le realtà imprenditoriali piacentine aperte o pronte a misurare la propria competitività nelle nuove entità geopolitiche. Ne è un esempio il Molino Dallagiovanna, il cui export è già rivolto a 35 Paesi tra Europa e resto del mondo, che per settori specifici, come la pasticceria e pizzeria, per le quali la produzione è di eccellenza - come testimonia un noto esercente piacentino - che, con Andrea Dallagiovanna della Direzione dell’azienda, ha assicurato la propria collaborazione per dimostrazioni e corsi di specializzazione per i giovani del Kosovo già impiegati o che vorranno costruire il proprio futuro in queste due professioni. Grande interesse anche nel campo della produzione tessile per il quale, in considerazione dell’alta qualità richiesta dalle grandi “griffes” italiane, lo stesso Consorzio promuoverà un progetto di fattibilità per proporre alle autorità dei Paesi interessati la costituzione di Enti di formazione professionale permanente perché si possano efficacemente impiegare le numerose e giovani maestranze in un settore sempre vivo e trainante per l’Italia. La Confcooperative, presente con il Direttore del settore agricolo Dr. Libé - che accoglie tra gli associati aziende di primaria importanza tra caseifici, per la produzione di formaggi tipici e Grana Padano, e coltivazione di pomodoro con industrie locali di evidenza nazionale - ha esaminato la possibilità di commercializzare le proprie produzioni in quei mercati. Non è mancata l’attenzione verso l’altra parte del settore agroalimentare che potrebbe giocare un importante ruolo nell’export verso quei Paesi e Confcooperative metterà in atto tutte le iniziative opportune. Tra le aziende piacentine, all’avanguardia nel settore industriale, la Copromet, rappresentata da Franco Spaggiari che già rivolge il proprio export verso quelle aree e che potrà integrare il proprio know-how con i programmi del Consorzio a beneficio di tutti gli associati. Visto l’interesse suscitato a seguito di questi incontri e a seguito di un’indicazione pervenuta dal Kosovo, si ritiene di estendere e riservare al settore del legname un particolare riguardo, data l’importanza e la tradizione tra le due realtà Kosovo – Piacenza. Le parti si sono aggiornate per rivedersi in seguito agli opportuni approfondimenti al loro interno sotto il puntuale coordinamento del Consorzio Infrastrutture e Logistica di Piacenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento