Rottofreno, le multe serviranno a migliorare viabilità, sicurezza e l'educazione stradale

Gli introiti derivanti da contravvenzioni nel corso del 2009, serviranno per lavori di viabilità, manutenzione delle strade e per l'educazione stradale. L'incasso previsto? 182 mila euro, il 50% dei quali saranno investimenti per la collettività

Un modo di fare cassa? Può anche darsi. Ma a Rottofreno, il 50% degli introiti da contravvenzione, verranno reinvestiti sul fronte della sicurezza, della viabilità e  per la manutenzione delle strade. E il 2009 si preannuncia un anno ricco, almeno secondo le stime presentate in questi giorni. Sarebbero 182 mila, gli euro che entreranno nelle casse comunali grazie alle contravvenzioni elevate dai vigili urbani. Di questi, la metà è destinata alle migliorie.

La Giunta comunale ha stabilito di destinare 37 mila euro (la parte più cospicua) al potenziamento della segnaletica stradale; 35.800 euro, invece, verranno destinati nel corso del 2009, alla manutenzione delle strade in senso stretto del termine. Previsti poi fondi (17.500 euro) per l'acquisto di divise per la polizia municipale e di servizi stradali. Infine, una buona parte delle entrate, 26.500 euro, serviranno per l'educazione stradale della cittadinanza.
Il 50% degli introiti delle multe, verranno investiti in sicurezza e viabilità

In tutta Italia, intanto, la querelle sulle multe che servono solo per battere cassa, ritorna ciclicamente alle cronache. Dopo la vicenda delle telecamere T-red dello scorso anno, è arrivata anche la notizia diffusa dall'Adoc, il sindacato dei consumatori, che in una nota del novembre scorso, dichiara: “quella degli incentivi economici ai comandanti della polizia municipale che facciano le rimozione è una notizia che non mi stupisce affatto. Dai dati in nostro possesso, dalle tante chiamate che riceviamo ogni giorno dai consumatori, il dato che emerge è chiaro: le multe sono aumentate”. Queste le parole del presidente Adoc, Carlo Pileri. 

Ma le lamentele sulle contravvenzioni arrivano un po' da tutta Italia, soprattutto dopo che il mancato introito dell'Ici prima casa, ha svuotato i forzieri comunali di un cospicuo introito. Nel corso del 2008, di lamentele ne sono arrivate da Saronno, Varese, Vernole (LE) e dai maggiori capoluoghi di provincia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento