rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Economia

Tre pullman di piacentini a Roma con la Cgil per la Carta Universale dei Diritti del Lavoro

In mattinata manifestazione dei dipendenti pubblici per dire "stop" al precariato

«Finalmente senza voucher e con regole più giuste sugli appalti, il lavoro è tornato protagonista, e ora la Cgil va avanti per costruire tutta un’altra Italia. Il 6 maggio 2017, con tre pullman, saranno circa 180 i piacentini che partiranno alla volta di Roma per la manifestazione nazionale a sostegno della proposta di legge “Carta dei Diritti Universali del Lavoro”, un nuovo Statuto di tutte le Lavoratrici e di tutti i Lavoratori». Si legge in una nota del sindacato. 

L’appuntamento è in piazza San Giovanni Bosco dalle ore 14, concluderà il segretario generale della Cgil Susanna Camusso. In mattinata, appuntamento in piazza Vidoni alle ore 11 con FLC, FP e NIdiL CGIL: "Basta precariato. Contratto subito!". Una manifestazione dei lavoratori dei settori pubblici e della conoscenza con al centro il tema del precariato nel 'mondo pubblico', il rispetto dell'accordo del 30 novembre e il rinnovo dei contratti pubblici. “Dopo la decisione della Suprema Corte che ha sospeso i referendum promossi dalla Cgil a seguito della conversione in legge del decreto che ha abolito le norme su voucher e appalti, la Confederazione rilancia la sfida per i diritti, una sfida che, come più volte ribadito dalla leader del sindacato di Corso d’Italia, “non si concluderà finché la Carta universale non sarà legge, e non avremo riscritto il diritto del lavoro in questo Paese” scirve la Segreteria della Camera del Lavoro di Piacenza in una nota. Sul palco si alterneranno gli interventi di lavoratrici e lavoratori presentati da Natascha Lusentie Dario Vergassola, la musica dei Med Free Orkestra, dei Modena City Ramblers e del dj Mondocane.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre pullman di piacentini a Roma con la Cgil per la Carta Universale dei Diritti del Lavoro

IlPiacenza è in caricamento