Piacenza e provincia: gli eventi nel weekend da venerdì 23 a domenica 25 marzo

Nel weekend ultimi imperdibili appuntamenti con il Piacenza Jazz Fest e soavissimo concerto con visita guidata alla Galleria Alberoni. Per gli appassionati di storia c'è la manifestazione Armi & Bagagli a Piacenza Expo ma anche l'occasione per un tuffo nel passato, fino all'Anno Domini 1447

La Bella Addormentata. Balletto Yacobson

1. Piacenza Jazz Fest presenta venerdì sera al Municipale il musicista brasiliano Toquinho, che sarà affiancato dalla splendida voce di Greta Panettieri. Sul palco anche Itaiguara Brandão al basso e chitarra e Zè Mauricio a batteria e percussioni. Domenica allo Spazio Rotative è in programma invece il Galà di fine festival. Previste l’esibizione dei finalisti e la premiazione dei vincitori del Concorso Bettinardi 2018.

2. Torna venerdì, sabato e domenica Patatiamo, uno dei Festival di street food più amati di Eataly Piacenza. Nel menu gnocchi freschi, Jacket Potato, Tortillas e tante altre proposte, anche gluten free, tutte rigorosamente a base di patate.

3. Proseguono gli itinerari con le guide turistiche Scopripiacenza. Domenica è in programma Terribilità e Furore: il ciclo del Pordenone a Santa Maria di Campagna. Si tratta di un ciclo di visite guidate dedicate all'architettura, alla storia e alle opere che risplendono nella basilica, con particolare attenzione all'opera del pittore friulano Giovanni Antonio de' Sacchis detto il Pordenone.

4. L’associazione L’InCanto di Nascere propone il concerto benefico La voce del cuore. L’appuntamento è per domenica alle ore 17.30 nella suggestiva cornice della Sala degli Arazzi del Collegio Alberoni. Il concerto sarà preceduto alle ore 16.30 da una visita speciale guidata e cantata intitolata L’incanto della nascita nell’arte, che porterà i partecipanti alla scoperta dei capolavori artistici delle collezioni alberoniane raffiguranti mamme, bambini, neonati e maternità, con suggestivi interventi canori di Anna Chiara Farneti.

5. Si terrà domenica pomeriggio la camminata Piacenza Anno Domini - La città sotto assedio.
Per quale motivo Francesco Sforza decise di attaccare Piacenza nel settembre 1447? E’ vero che la città riuscì a resistere sotto assedio per quasi un mese? L’itinerario, condotto dall’Arch.Manrico Bissi, porterà a visitare i luoghi e gli edifici che ancora conservano la memoria di quel lungo e glorioso mese di assedio, quando Piacenza tentò invano di affrancarsi dal dominio milanese.

assedio-4

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento