Anche a Piacenza un'Onda Libera contro la mafia con i Modena City Ramblers

Presentata da Roberto Zeno e Franco D'Aniello presso la Camera del Lavoro "Onda Libera", il video della prima carovana musicale itinerante nei luoghi confiscati alle mafie

nels-copiaDedicato a tutti coloro che ancora oggi "continuano a resistere" è il filmato Onda libera, proiettato questo pomeriggio, 21 febbraio, nel salone Nelson Mandela della Camera del Lavoro, nel corso dell’incontro che ha visto protagonisti i musicisti Roberto Zeno e Franco D’Aiello, del gruppo Modena City Ramblers, invitati a Piacenza dall’associazione Libera, in collaborazione con il Comune di Piacenza. L'evento di oggi rientra nel più vasto progetto "Le loro idee camminano sulle nostre gambe - Libera presenta una rete di iniziative, di associazioni e realtà unite contro la mafia".

IMPORTANTI TESTIMONIANZE - Il filmato, che racconta la tournèe del gruppo nei luoghi confiscati alla mafia, è un susseguirsi di immagini e musiche trascinanti su testi poetici e densi di significato ma riporta anche le testimonianze di importanti protagonisti della lotta contro la mafia. E' di Nando Dalla Chiesa, ad esempio, la definizione della carovana di Onda Libera come "un fulmine di democrazia che attraversa il paese", mentre il grande artista Dario Fo esprime un voto di speranza: "Forse l’umanità può ancora salvarsi", vedendo la folla di giovani entusiasti che hanno seguito i Modena City e inneggiato al loro messaggio. Il filmato riporta anche la testimonianza di un altro grande del teatro contemporaneo, Marco Paolini, che richiede per le vittime della mafia nel nostro paese la stessa dignità e considerazione che hanno i nostri caduti in missione all’estero. Un toccante ricordo è stato tributato anche al piccolo Giuseppe Di Matteo, rapito e poi ucciso dalla mafia, in quanto vittima di una vendetta trasversale nei confronti del padre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ARTE  VEICOLO DI DIFFUSIONE - Il proposito che anima la nostra musica - ha detto Roberto Zeno al termine della proiezione - è quello di raggiungere i giovani e almeno incuriosirli circa le problematiche legate alla mafia, che sappiamo essere così gravi da aver bisogno di ben altri strumenti di diffusione. Tuttavia, noi "musicanti" proviamo costantemente a far sì che la nostra arte possa portare almeno un contributo in questo senso. Siamo convinti che, se una canzone riesce a toccare le corde del sentimento, il suo messaggio può essere profondamente recepito, anche in questo mondo ridondante di notizie, di numeri, di messaggi invadenti e subissanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Incidente a San Rocco, chiuso temporaneamente il ponte di Po

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento