rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Politica

Addizionale Irpef ritoccata, Dosi: «La situazione è pesante, dobbiamo pensarci»

Il primo cittadino commenta l’ipotesi di attingere da qui le risorse per chiudere in pareggio il bilancio 2015: «Ogni decisione, di questi tempi, si presta a polemiche interne ed esterne. A Piacenza abbiamo sempre tenuto livelli bassi rispetto alle città vicine »

Dei 7 milioni di euro che nei mesi scorsi – secondo i calcoli degli uffici guidati dall’assessore al bilancio Luigi Gazzola – mancavano all’appello nel 2015, ne rimangono “scoperti” ancora due. È questa la cifra che sta facendo disperare l’Amministrazione comunale, alle prese con tagli e spending review un po’ ovunque, ma che non riesce ad avvicinarsi al fatidico pareggio di bilancio.  Nonostante i numerosi provvedimenti presi negli ultimi mesi – alcuni finiti nell’occhio dell’opinione pubblica come il caso delle merendine tagliate nelle mense delle scuole materne – e altri ventilati – la tassa di soggiorno, rimandata al 2016 – non riuscirebbero comunque a colmare il buco. Da qui l’ipotesi di “ritoccare” l’addizionale Irpef, idea non smentita dallo stesso sindaco Paolo Dosi.

«Sul tema – spiega il primo cittadino - non abbiamo ancora deciso nulla. È evidente che può essere una delle ipotesi che dobbiamo eventualmente affrontare. Non possiamo permetterci di escludere il ritocco dell’addizionale Irpef a priori: ora siamo in fase di approfondimento, dobbiamo confrontarci con la maggioranza e in sindacati. Noi comunque a Piacenza partiamo da livelli bassi: abbiamo dei margini per poter correggere un tipo d’imposizione che in città vicine alla nostra hanno già portato ai massimi livelli dagli anni precedenti. Paradossalmente, quella di aumentare l’addizionale, è una difficoltà in cui si possono trovare i comuni virtuosi che hanno tenute basse negli ultimi anni tariffe, imposizioni e detrazioni sugli immobili e ora si trovano ad avere a che fare con conti che fanno fatica a quadrare. Dopo avere tagliato sulle spese, incrementato azioni di recupero nei confronti degli evasori, ci rimane ancora un “delta” da recuperare».

Non avete paura che questa manovra sia foriera di nuove polemiche e fratture all’interno della vostra maggioranza in consiglio comunale? «Si – ammette Dosi senza problemi -, è evidente che sono decisioni – questa come altre – che fino a qualche anno fa non eravamo nelle condizioni di dover prendere. Oggi ogni decisione – chiosa Dosi - che viene presa si presta a polemiche interne e reazioni esterne: son tutti temi che prendiamo in seria considerazione ma è una situazione talmente pesante che non possiamo permetterci di escludere questo provvedimento. Sarebbe un’azione ingenua e scorretta predicare l’esclusione di una correzione all’addizionale Irpef. Dopo di che faremo le nostre valutazioni, magari provando a trovare delle vie alternative per arrivare al bilancio di pareggio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addizionale Irpef ritoccata, Dosi: «La situazione è pesante, dobbiamo pensarci»

IlPiacenza è in caricamento