rotate-mobile
Verso il voto / Rivergaro

Rivergaro, Andrea Gatti si candida a sindaco: «Credo nel grande progetto iniziato cinque anni fa»

Gatti, attuale assessore ai Lavori Pubblici, ha 35 anni. Turismo, cultura, ambiente, qualità dei servizi i temi centrali della lista Insieme per Rivergaro: «Stiamo lavorando per completare la lista»

Andrea Gatti si candida a sindaco di Rivergaro per le prossime elezioni che si terranno il 9 giugno con la lista Insieme per Rivergaro, lista civica che vede la continuità con l’attuale amministrazione guidata dal sindaco uscente Andrea Albasi. L'annuncio è avvenuto nella serata del 12 aprile in piazza a Rivergaro dova ha ricevuto il testimone dal sindaco uscente, Andrea Albasi. 

Gatti, attuale assessore ai Lavori Pubblici, ha 35 anni e abita in paese da sempre. Sposato con Mila è anche papà di Maria Vittoria. Diploma all’Istituto Tecnico economico indirizzo amministrazione, finanza e marketing, da anni è dipendente Ausl nel servizio di emergenza-urgenza del 118.

«Mi candido - ha detto - perché tengo molto al progetto di miglioramento e valorizzazione del nostro territorio, nato grazie all’ascolto e al coinvolgimento di tutti, lo stesso per cui 5 anni fa ho deciso di candidarmi a consigliere.  Partiremo dai tanti punti di forza di Rivergaro: turismo, cultura, qualità dei servizi. Il welfare - ha detto - sarà al centro della nostra agenda così come le associazioni quale fonte primaria di aggregazione e partecipazione e il paesaggio che abbiamo sia la fortuna di poter vivere ma, allo stesso tempo, il dovere di tutelare e di far conoscere meglio».

«Tra le nostre priorità ci sono la manutenzione del territorio, la viabilità con la creazione di nuove aree pedonali e il dialogo costante per dare risposte alle reali esigenze del mondo all’agricoltura. Intendiamo inoltre - ha aggiunto - proseguire nell’importante progetto della realizzazione del nuovo polo scolastico che sia al contempo luogo adatto a formare le future generazioni, ma anche spazio per la comunità stessa». 

STATALE 45 - «Riteniamo che il cosiddetto “ammodernamento” della Statale 45 debba tenere conto delle peculiarità del territorio, senza stravolgere i centri dove vivono le famiglie, dove sono presenti attività imprenditoriali che sostengono l’economia del territorio, senza deturpare l’intera vallata. In sintesi, pensiamo che debba esserci un maggior rispetto e ascolto della nostra valle e questo rispetto deve comprendere anche la messa in sicurezza della statale. Proseguiremo, nelle sedi opportune, con il sostegno del lavoro già portato avanti negli ultimi anni al fine di raggiungere l’obiettivo di una Statale 45 sicura, rispettosa dell’ambiente e sostenibile, aderente alle necessità dei centri abitati presenti e di chi quotidianamente la vive».

Alla presentazione della sua candidatura ha partecipato anche Giorgio Vecchiattini, portavoce del comitato della Statale 45, le istanze del comitato  potrebbero essere quindi essere rappresentate dalla lista. «Con tutta l’associazione residenti e utenti Statale 45 compreso il presidente c’è sempre stato, e c’è tuttora un ottimo rapporto. In questi anni siamo sempre riusciti a lavorare in stretta collaborazione con i suoi membri. Ci dispiace che in queste ultime settimane, l’associazione sia stata oggetto di contesa politica. In merito a quanto è uscito sui giornali, ci tengo a precisare che abbiamo deciso di chiudere la porta a qualsiasi accordo con i partiti, in quanto la nostra lista è civica. Siamo sempre stati aperti al dialogo e lo saremo anche in questa occasione, ma lo faremo con chi ha a cuore Rivergaro e non con chi ha dimostrato di interessarsi a Rivergaro e ai suoi problemi solo qualche settimana prima delle elezioni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rivergaro, Andrea Gatti si candida a sindaco: «Credo nel grande progetto iniziato cinque anni fa»

IlPiacenza è in caricamento