Frana nel Bettolese, Rancan: «Regione indifferente alle segnalazioni inoltrate»

Il consigliere regionale del Carroccio accusa la giunta Bonaccini dopo il grave dissesto idrogeologico avvenuto a Bettola

«Un’altra volta i piacentini pagano le spese causate dall’indifferenza della regione Emilia Romagna. Quanto avvenuto nel periodo pasquale lungo la strada provinciale per Prato Barbieri, nel comune di Bettola, è il risultato dell’ennesimo appello non ascoltato solo perché levatosi dai banchi dell’opposizione in consiglio regionale». Ad accusare l’amministrazione Bonaccini è il consigliere regionale Matteo Rancan, che il 3 marzo aveva presentato un’interrogazione scritta alla giunta di viale Aldo Moro a Bologna per conoscere quali azioni l’ente intendesse intraprendere per risarcire i cittadini bettolesi colpiti dall’alluvione dello scorso settembre e per sapere se vi fosse la volontà di intervenire nelle situazioni pericolose provocate dal dissesto idrogeologico, su tutte quelle comprese nei dintorni dell’area identificata al foglio 85 mappale 5 dell’Nceu del comune di Bettola. Ovvero, la stessa interessata dal grave movimento franoso staccatosi in questi giorni sulla sponda destra del torrente Nure.

«Come ho potuto constatare personalmente, i bettolesi residenti nelle frazioni e località della zona – attacca Rancan – sono stati costretti all’improvviso ad evacuare abitazioni e stalle, senza peraltro incontrare tecnici o soccorritori della Protezione civile fino al giorno di Pasquetta. Nell’interesse di chi ora si trova a vivere una situazione tanto drammatica, è ora che l’amministrazione regionale si faccia carico del problema e una volta per tutte la smetta di ignorare le richieste della popolazione se vengono sollevate dalla Lega Nord. La sicurezza dei cittadini deve infatti venire prima di qualunque faziosità politica».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento