«Intitoleremo la sala del Consiglio al nostro sindaco Malchiodi»

Prima seduta consiliare a Ferriere, dopo la scomparsa del primo cittadino Giovanni Malchiodi. Il vice e reggente Scaglia: «I suoi insegnamenti rimarranno preziosi per ciascun ferrierese»

La sedia è vuota, la fascia tricolore è appoggiata sopra. “Quella sedia” era la postazione del sindaco di Ferriere Giovanni Malchiodi, durante le sedute del Consiglio comunale del capoluogo della Valnure. In questo parlamentino, dalla primavera del 2013, dirigeva i lavori e il dibattito. Ascoltava le contestazioni rispettose dell'opposizione e dava la linea alla sua maggioranza. Solo due anni fa, nel 2018, venne rieletto per amministrare ancora cinque anni nell’interesse dei ferrieresi.

Purtroppo lo scorso 21 marzo, dopo alcuni giorni di lotta contro il Covid-19, il cuore di Malchiodi ha cessato di battere. È passato un mese da allora, i sentimenti della comunità ferrierese sono gli stessi di allora, ma bisogna provare ad andare avanti. Così, nella serata del 24 aprile, il Consiglio comunale è stato convocato - a porte chiuse - dal vicesindaco reggente Paolo Scaglia, che in apertura di seduta ha chiesto ricordare, con un minuto di silenzio, l’amico e collega di tutti.

«CI HA RAPPRESENTATO CON ORGOGLIO, RESPONSABILITÀ, MISURA E LEALTÀ»

«Credo di interpretare il sentimento di tutti noi – ha detto Scaglia in apertura di seduta - ricordando il nostro sindaco Giovanni Malchiodi. Giovanni Malchiodi 3-2-2La sua sedia vuota ci riporta implacabilmente alla realtà, una realtà che la “vita in emergenza” alla quale ci ha costretto il virus rende ancor più difficile da percepire e che, anche per questo, ci colpisce più forte ad ogni pur minimo ritorno alla normalità». «Ritengo che il rispetto – ha proseguito Scaglia - la solidarietà e il senso di responsabilità con la quale i ferrieresi hanno affrontato, più coesi che mai, la pandemia che ci ha colpiti, esprima, il dolore composto dell’intera comunità e il suo sgomento di fronte a un così grande lutto. Ciascuno di noi, quotidianamente, ripensa ai progetti condivisi, alle tante riunioni, alle telefonate preoccupate per qualche problema da risolvere e a quelle felici per i traguardi raggiunti, ai tanti eventi programmati che attendavamo con entusiasmo nella certezza che avrebbero rappresentato momenti importanti, di promozione e di festa per ferrieresi e turisti. Dal 21 marzo scorso progetti, eventi e futuro sono divenuti faticosi, tuttavia, tutti insieme, restiamo determinati a proseguirli e realizzarli, nel ricordo del nostro sindaco. Per anni “Giannino” ha rappresentato intelligentemente, in ogni dove, Ferriere con orgoglio, responsabilità, misura e lealtà. Il suo esempio e il suo insegnamento rimarranno preziosi per ciascun ferrierese. Non appena sarà possibile provvederemo ad intitolare a lui la Sala del Consiglio, certi di interpretare in questo modo il sentire di tutta la popolazione ferrierese».

LE ELEZIONI PREVISTE IN AUTUNNO

Il reggente Paolo Scaglia rimarrà così alla guida dell’Amministrazione fino al prossimo autunno. Impossibile – a causa della pandemia - Paolo Scagliaorganizzare le Elezioni Amministrative questa primavera, il voto è stato spostato in una domenica compresa tra il 15 settembre e il 15 dicembre. Come già annunciato, ritorna in Giunta Paolo Toscani (con la delega ai lavori pubblici e al personale). Diversi i temi all’ordine del giorno della seduta: su tutti l’approvazione del bilancio.

LE ATTIVITA’ DEL COMUNE PER L’EMERGENZA

Nel frattempo durante il dibattito Scaglia ha informato l’aula delle iniziative intraprese durante l’emergenza Covid-19. Il 10 marzo sono stati sanificati gli uffici del Comune. Il 12 marzo, grazie ai commercianti di Ferriere, è partito il servizio di spesa a domicilio, e dei farmaci. Il 28 marzo sono state lavate le strade del paese. Dal 10 aprile è partita la distribuzione dei buoni spesa, tuttora in corso. Tra il 10-15 aprile la distribuzione gratuita delle mascherine in parte arrivate dalla Regione ed in parte acquistate dal Comune. Il 21 aprile anche la sala consiliare, la ex sala e l’ambulatorio medico sono stati sanificati. Poi l’ente ha acquistato anche due ozonizzatori per garantire la pulizia costante dei locali pubblici. Da oggi, invece, è in programma una ulteriore distribuzione di mascherine, possibile grazie alle donazioni, tra gli altri, di Amazon e Anci.

seduta

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

  • Invia le foto del tradimento alla moglie dell'amante della sua compagna, prima condanna per revenge porn a Piacenza

  • «Ho ucciso Leonardo, ma l’ho fatto per difendermi. Chiedo scusa alla famiglia»

  • Ferriere, il nuovo sindaco è Carlotta Oppizzi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento