rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Politica

Pertite: «Ingenerose e fuorvianti le critiche del Comitato per il parco»

Il Consorzio Co.Sil: «L’Amministrazione ha fatto ogni sforzo possibile. C’è un problema economico dietro alla questione Pertite»

«Ci eravamo ripromessi – fa sapere Federico Scarpa del Consorzio Servizi Infrastrutture e Logistica Piacenza - di non intervenire sul discorso Pertite Si – Pertite No anche perché, nonostante non fossimo pienamente d’accordo con le proposte contenute nel PSC, si pensava che il buon senso avesse la prevalenza sulle richieste personali di un gruppo ristretto di cittadini, richieste rispettabilissime che però non debbono in alcun modo “condizionare” altre posizioni e soprattutto l’Amministrazione Comunale di Piacenza.

Non ci piacciono assolutamente affermazioni come “Siamo in battaglia, ci sentiamo presi in giro, ci faremo sentire in Consiglio Comunale”, questa non è una battaglia, le battaglie sono altre, ben più importanti, e certamente la Pertite non è una di queste. Giustamente l’Assessore Bisotti aveva evidenziato come la “battaglia” della Pertite non fosse condivisa e sentita dalla cittadinanza, e cogliamo l’occasione per precisare ulteriormente due cose:

Primo, il tanto ventilato e sventolato referendum sulla Pertite è stato possibile anche in deroga alle disposizioni che regolamentano i referendum comunali, grazie ad un regalo della giunta in carica allora. Infatti, il referendum sulla Pertite, se non ricordo male, era stato abbinato ad un voto politico che riguardava il Governo Berlusconi. Per tanto i 30.000 piacentini che dite che hanno votato al referendum, di fatto, hanno preso una scheda per fare un favore a chi la offriva, senza sapere fino in fondo quello che conteneva. Secondo, che forse è più importante, erano tanti i piacentini interessati al problema, che non è stato neppure raggiunto il quorum necessario. Aggiungiamo pure che il volere o non volere un parco non è certo un’iniziativa solo di Chiappa e Natali ma di tutti i cittadini amanti della loro città. I cittadini piacentini di fronte alla situazione attuale, riguardante la vergognosa situazione del parco giochi dei bambini, non possono non essere preoccupati della spesa economica per la gestione annuale di quest’area.

Aggiungiamo infine che non è vero che sono 8 anni che l’Amministrazione Comunale li prende in giro, ma si dovrebbe prendere atto che è stato fatto ogni sforzo a livello politico locale e nazionale per avere dai militari e dal Demanio l’area a disposizione, non dimenticando che esiste ancora il problema della bonifica dell’aria di competenza militare e l’area relativa alla pista di carri armati deve essere trovata in accordo con i militari.

Per tanto le lamentele di cui si fa carico il comitato della Pertite sono ingenerose e fuorvianti e non bastano gli abbracci e le manifestazioni di protesta per risolvere un problema che prima di tutto è economico, quale è la Pertite. Alla fin fine, noi che eravamo contrari a questa situazione in quanto l’esborso finanziario per la gestione della Pertite ci sembra troppo elevato. il Comitato della suddetta ha avuto da parte dell’Amministrazione Comunale militare demaniale tutto quello che aveva chiesto e nonostante e fa i capricci perché l’Amministrazione è stata corretta. Ma di che cosa stiamo parlando?». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pertite: «Ingenerose e fuorvianti le critiche del Comitato per il parco»

IlPiacenza è in caricamento