Povertà minorile, Stragliati: «Situazione peggiorata, serve approccio multidimensionale supportando la famiglia»

Le parole del consigliere regionale della Lega ER Valentina Stragliati in merito al report sulla povertà minorile in Emilia Romagna

«Un supporto multidisciplinare e multidimensionale alla famiglia è fondamentale ed è il corretto approccio alla lotta alla povertà minorile: bambini e ragazzi sono sempre inseriti in un contesto famigliare e per questo è basilare la presa in carico dell’intero nucleo famiglia. Noi siamo favorevoli a collaborare perché le progettualità sono positive e interessanti. L’invito è quello di monitorarne l’efficacia nel tempo». Così il consigliere regionale della Lega ER Valentina Stragliati in merito al report sulla povertà minorile in Emilia Romagna.
«La povertà economica va a braccetto con la povertà educativa. Per aiutare gli emiliano-romagnoli in difficoltà, però, non occorrono soltanto supporti economici. Il reddito di cittadinanza è solo un palliativo: c’è l’esigenza di politiche che supportino i genitori in difficoltà nella ricerca di un’occupazione perché un minore che si trova di fronte un genitore che si impegna ne prenderà spunto», ha proseguito l’esponente del Carroccio, sottolineando inoltre l’importanza della «collaborazione tra tutte le agenzie educative: scuole, società sportive, oratori, consultori, centri per le famiglie».
«La pandemia ha acuito problematiche già esistenti e le istituzioni devono fare tutto il possibile per dare risposte alle famiglie che si trovano in un momento di difficoltà. Spiace constatare che la condizione di povertà ha avuto incidenza sul tasso di natalità: gli italiani fanno sempre meno figli e la prospettiva per il 2021 è un ulteriore calo delle nascite» ha spiegato la leghista.
«I presupposti perché l’approccio presentato possa dare risposte positive ci sono. L’invito è quello a un confronto periodico, in modo da monitorare l’efficacia degli strumenti individuati» ha concluso Stragliati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • «Disobbedire e aprire i locali? Non ha senso. La vera protesta sarebbe chiuderli: stop a delivery e asporto»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento