Martedì, 21 Settembre 2021
Politica Cortemaggiore

«Priorità all'ambiente e progetti "Green" per valorizzare il territorio»

Il gruppo “La Corte che cambia” risponde alle dichiarazioni del sindaco Gabriele Girometta. «Nella nostra squadra ci sono tanti giovani, i più sensibili alle questioni ambientali, che sappiamo essere legate intrinsecamente al lavoro e al valore del nostro territorio»

Foto di repertorio

«Siamo molto amareggiati che il nostro Sindaco uscente cerchi di sminuire e di offendere il nostro impegno. Onestamente, che ci apostrofi come "comunisti" e "proibizionisti" indica una non conoscenza di quello che siamo e una lettura arcaica della dialettica politica». Così il gruppo "La Corte che cambia" risponde alle dichiarazioni dei giorni scorsi di Gabriele Girometta, sindaco del paese della Bassa (clicca qui).

«Nella nostra squadra di La Corte Che Cambia ci sono tanti giovani ragazze e ragazzi che desiderano impegnarsi nella politica locale per la loro prima volta. Insieme a noi ci sono anche altre persone con più esperienza su diversi temi, con cui siamo orgogliosi di lavorare. Infatti, siamo proprio noi ragazzi ad essere i più sensibili alle questioni ambientali, che sappiamo essere legate intrinsecamente al lavoro e al valore del nostro territorio».

«L'ambiente non è un problema di destra o sinistra: è un problema e punto. Rendere più vivibile un territorio significa renderlo più attrattivo. La valorizzazione del nostro territorio passa soprattutto da qui, creando nuove sinergie dal punto di vista lavorativo, commerciale e turistico. Valorizzando il patrimonio artistico ed architettonico che rende Cortemaggiore, Chiavenna e San Martino piccoli gioiellini della Bassa (come si faccia a dire che sia merito degli ultimi vent'anni di politica non si sa). Oltre all'ambiente, ci sono tanti altri temi che fanno parte tutti insieme di un progetto che vuole guardare oltre le differenze delle altre persone».

«Per questo vorremmo iniziare a parlare di un'amministrazione che supporta e coinvolge i privati cittadini e le aziende con progetti per l'efficientamento energetico, impianti di energie rinnovabili sui tetti, comunità energetiche. Un'amministrazione che pensa alle nuove aree verdi come un'opportunità da intrecciare con nuovi stabilimenti produttivi. Un'amministrazione che invita ad una logistica che funzioni in sinergia con le filiere di produzione locale. In poche parole, un'amministrazione che ha cura del suo piccolo pezzetto di Terra. Mai come in questo ultimo anno e mezzo la politica è entrata nelle vite di tutti noi, e se non ci piace ricevere decisioni dall'alto questo è il momento di partecipare e condividere anche partendo dal piccolo del proprio paese. Qui si parla di futuro, di idee e di progetti. Ambizioso? Complicato? Sì, è una sfida. Ma una sfida che possiamo vincere».

I giovani di La Corte Che Cambia

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Priorità all'ambiente e progetti "Green" per valorizzare il territorio»

IlPiacenza è in caricamento