menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rancan (Ln): «Non sono profughi, ma clandestini sicuri di farla franca»

L'intervento del consigliere regionale del Carroccio

«La vicenda del giovane gambiano entrato come profugo è la prova che la maggior parte degli africani sbarcati sulle coste italiane non sono rifugiati in fuga da guerre o persecuzioni, ma clandestini sicuri di poterla sempre fare franca». È il commento del consigliere regionale Matteo Rancan della Lega Nord sull’episodio che ha visto protagonista un 19enne del Gambia, che ha patteggiato quattro mesi di reclusione per poi essere rimesso in libertà dal giudice. «La mancanza della certezza della pena – denuncia il consigliere - proietta all’estero l’immagine di un paese dove sia possibile qualunque crimine. A sottolinearlo è proprio la sua storia, fatta di precedenti segnalazioni correlate al possesso di stupefacenti. L’auspicio è che venga comunque espulso, nonostante la sospensione della pena, perché arreca danno alla nostra società».

Rancan interviene inoltre su un altro problema legato all’immigrazione, quello degli extracomunitari scomparsi in territorio italiano. «Secondo il Viminale, dei 107.089 immigrati arrivati nel 2015, solo 69.386 hanno presentato la richiesta di asilo politico. Dei restanti 37.703 non si sa nulla. Quel che è certo – prosegue Rancan - è che né sono stati rimpatriati dal governo, né hanno raggiunto i paesi dell’Europa centrosettentrionale, l’agognata meta descritta dalla retorica di sinistra, in quanto i paesi con noi confinanti hanno chiuso le frontiere. Ad essi si sommano altri 2.255 che non hanno lasciato traccia, irreperibili nonostante abbiano inoltrato la richiesta d’asilo. Ciò dimostra, se ve ne fosse ancora bisogno, che questo sistema allo sbando non è in grado di vigilare sui presunti profughi e che molti soggetti che li hanno presi in carico sono responsabili della sparizione di migliaia di individui quanto gli alfieri delle politiche buoniste. Il rischio è che grazie all’incompetenza di alcuni e alla dabbenaggine di altri, questi scomparsi stiano allargando le fila della criminalità come il 19enne gambiano rilasciato dal giudice».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid-19: nel Piacentino altri 62 casi e otto decessi

  • Cultura

    Viaggio in anteprima nella sezione Archeologica restaurata del Farnese

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento