Ritiro di giunta, sul tavolo Borgo Faxhall e si pensa già al bilancio

Il sindaco Paolo Dosi: «Il bilancio preventivo questa volta verrà approvato entro dicembre». Povertà: avviato un tavolo di coordinamento con Caritas e Croce Rossa e ripreso un bando anticrisi

Il sindaco di Piacenza Paolo Dosi

Il ritiro di Costalovara (Bolzano) sembra avere stimolato un vivace e propositivo confronto di idee e progetti tra il sindaco di Piacenza Paolo Dosi e gli assessori della sua giunta. Nella giornata di oggi il sindaco si è confrontato con gli assessori Gazzola, Albasi, Cugini, Bisotti e Timpano, iniziando a programmare l’agenda politica dei prossimi mesi a Palazzo Mercanti. «Con l’assessore al bilancio Luigi Gazzola – ha raccontato il primo cittadino Paolo Dosi - abbiamo concordato che il bilancio preventivo del 2015, verrà approvato entro dicembre, e non più a luglio come capitato purtroppo negli ultimi due anni. Per questo porteremo già la prossima settimana in giunta il piano delle opere pubbliche. C’è – ha aggiunto - un problema di personale: non riusciamo a sostituire tutte quelle persone che vanno in pensione come vorremmo. Stiamo programmando perciò una riorganizzazione di alcuni servizi del Comune».

Il welfare – assessorato guidato dal mese di gennaio da Stefano Cugini – vedrà diverse modifiche che verranno illustrate dall’assessore in persona nei giorni successivi al rientro da Costalovara. «Dobbiamo essere in grado – commenta il primo cittadino – di conservare la qualità dei nostri servizi con sempre meno risorse. Creeremo le condizioni per una comunità di welfare attenta alla “non autosufficienza”. Abbiamo discusso inoltre delle criticità dentro l’Asp: al riguardo interverremo sulla governance dell’ente e di conseguenza sul bilancio futuro. Da adesso portiamo in avanti un lavoro di coordinamento con Croce Rossa e  Caritas. È un tavolo “anticrisi” – spiega Dosi – per intervenire sui problemi senza sovrapposizioni e senza perciò tralasciare qualcuno per strada. Istituiremo anche, dopo averlo interrotto per diverso tempo, un bando anticrisi per combattere le nuove povertà».

L’assessore all’urbanistica Silvio Bisotti è al lavoro per presentare alcuni progetti “sospesi” da tempo. «Fra circa dieci giorni – ha assicurato il sindaco – avremo la prima delibera sulla questione della riqualificazione di Borgo Faxhall. Inoltre vi sono a breve importanti novità per quanto concerne il Demanio civile e il Demanio militare. Il Comune potrebbe entrare in pieno possesso di Palazzo Farnese e del Bastione di Porta Borghetto. Inoltre contiamo di utilizzare i Pontieri per un museo sull’agricoltura)».

L’assessore e vicesindaco Francesco Timpano ha invece tenuto una relazione sui bilanci delle società partecipate: sul tavolo è stato analizzato il rapporto tra Comune di Piacenza e le società Iren e Seta. In ultimo è stato riservato anche un momento per le proposte dell’assessore alla cultura Tiziana Albasi in vista di Expo 2015. Tra queste la volontà di climatizzare la Galleria Ricci Oddi. Nella giornata di domani spazio agli interventi e ai progetti del resto della giunta e a una sintesi finale del sindaco Dosi.

Al termine della giornata il sindaco Dosi e gli assessori hanno cenato con il sindaco di Bolzano e altre autorità del posto che ospita il ritiro della giunta piacentina, per la prima volta fuori dai confini provinciali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Treno di pendolari colpito dal carrello di un treno merci, quattro feriti

  • Muore due giorni dopo l'incidente in scooter, tre paesi in lutto per "Bicio"

  • Gazzella dei carabinieri travolta da un'auto durante un controllo

  • A 17 anni scappa dalla polizia e si schianta contro il guard rail

  • Trova tre ladri in casa di notte, fa a botte e ne blocca uno. Arrestato un 31enne clandestino

  • Spunta un quadro nel giardino della Ricci Oddi, è identico al Klimt

Torna su
IlPiacenza è in caricamento