menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stragliati: «La Regione stanzi risorse per i soggetti che non accedono al Fus»

Così il consigliere della Lega ER Valentina Stragliati in commissione Cultura ha riaperto il dibattito circa la necessità di supportare il comparto dello spettacolo dal vivo a fronte della crisi emergenziale provocata dalle misure di contenimento del Covid

«La Regione preveda uno stanziamento di risorse che vadano a favore soprattutto di quei soggetti che non possono accedere al FUS. I piccoli teatri e le piccole compagnie, punto di riferimento di tanti emiliano-romagnoli sono in un momento di forte sofferenza. Diversamente numerosi artisti si troveranno senza un lavoro e parecchi teatri saranno costretti a chiudere i battenti». Così il consigliere della Lega ER Valentina Stragliati in commissione Cultura ha riaperto il dibattito circa la necessità di supportare il comparto dello spettacolo dal vivo a fronte della crisi emergenziale provocata dalle misure di contenimento del Covid.
L’esponente del Carroccio aveva depositato negli scorsi giorni un’interrogazione per chiedere alla Giunta Bonaccini di riaprire virtualmente i teatri regionali attraverso spettacoli in streaming da ospitare su piattaforme regionali e sui canali di comunicazione dei vari Comuni aderenti all’iniziativa per  accendere i riflettori su un comparto particolarmente colpito dall’emergenza sanitaria. «La cultura, come sostengono numerosi artisti, è un bene comune primario come l’acqua, fondamentale per affrontare il difficile periodo che stiamo vivendo» ha sottolineato Stragliati.

«C’è stata una prima fase in cui il mondo culturale è rimasto smarrito e non ha saputo reagire. Oggi finalmente ha risposto trovando nel digitale una nuova modalità di fruizione e nelle ultime settimane l’Orchestra Toscanini, il Teatro Regio di Parma, il Valli di Reggio e il Comunale di  Bologna hanno proposto spettacoli apprezzati. Abbiamo visto anche Baricco al Comunale di Ferrara” ha risposto l’assessore alla Cultura Mauro Felicori, sottolineando come la Regione stia “tenendo alta l’attività e incoraggiando a proseguire su questa linea. Stiamo inoltre facendo pubblicità agli spettacoli in streaming perché i media sono smarriti e non hanno ancora trovato la formula per comunicare tale attività».
Una risposta che non ha completamente soddisfatto il consigliere leghista: «Noto che c’è stata una risposta, ma solo da parte dei grandi teatri. I piccoli fanno fatica ad adeguarsi anche perché spesso non hanno neppure i fondi per poterlo fare. Per questo continuerò a battermi in Commissione affinché la Regione presti attenzione anche alle realtà più modeste, che sono comunque un importante patrimonio culturale del nostro territorio».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento