rotate-mobile
Politica

Tagliaferri: «Istituire un servizio di assistenza pediatrica continuativo»

L’obiettivo è ridurre il ricorso al pronto soccorso quando non è necessario

«Istituire un servizio di assistenza pediatrica che permetta la visita dei bambini quando sono chiusi gli ambulatori dei pediatri di libera scelta». A chiederlo, in un’interrogazione, è Giancarlo Tagliaferri del gruppo di Fratelli d’Italia in Regione che ricorda come «fra gli aspetti di cui tenere conto nella prospettata riorganizzazione del servizio di continuità assistenziale e, più in generale, della nuova sanità territoriale, debba esservi un rafforzamento e potenziamento dei servizi pediatrici per i bambini di età compresa tra 0 e 13 anni. In particolare sembra opportuno valutare la strutturazione di un servizio di continuità assistenziale pediatrica con lo scopo di fare fronte a necessità urgenti, anche nei momenti di chiusura degli studi pediatrici, senza costringere i pazienti a recarsi al pronto soccorso e non gravare, conseguentemente, sull’ospedale».

Da qui l’atto ispettivo per chiedere all’amministrazione regionale «se non intenda prevedere la realizzazione, all’interno della prospettata riorganizzazione della continuità assistenziale emiliana-romagnola, di un servizio di continuità assistenziale pediatrica, da strutturare in forte connessione con la rete pediatrica regionale, al fine di offrire assistenza nei momenti in cui non è possibile accedere all’ambulatorio del proprio pediatra di libera scelta».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tagliaferri: «Istituire un servizio di assistenza pediatrica continuativo»

IlPiacenza è in caricamento