rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Bassa e Valchero

Villanova, Monticelli e Carpaneto: riconferme o cambiamento? La giornata dei candidati tra serenità e preoccupazione

Al via alle 14 lo spoglio delle schede. Sull'affluenza nessuno si sbilancia: «Può dire tanto e può dire nulla»

Serenità e preoccupazione perché «l’affluenza può dire tanto e può dire nulla». L’unico dato al momento disponibile di questa tornata elettorale viene interpretato a grandi linee dai candidati alla carica di sindaco dei Comuni al voto nella Bassa e in Valchero e nessuno si sbilancia. Oltre dodicimila elettori sono stati chiamati alle urne nella giornata di domenica 12 giugno per eleggere il sindaco a Villanova, Monticelli e Carpaneto. Il dato più alto è quello del capoluogo della Valchero con l’affluenza pari al 59,53 per cento su 6.550 elettori sono andati a votare in 3.899. Segue Villanova con il 58,90 per cento (910 votanti su 1.545 elettori) e Monticelli con il 52,11 per cento (2.292 votanti su 4.398 elettori). Le urne sono rimaste aperte dalle 7 alle 23, quindi lo spoglio dei cinque Referendum sulla giustizia e oggi, lunedì 13 giugno, alle 14 riapriranno i seggi lo spoglio delle schede delle Amministrative. La redazione de ilPiacenza.it seguirà in tempo reale le fasi dello scrutinio che ci porteranno a conoscere a chi sarà affidata la guida dell’Amministrazione, per i prossimi cinque anni, a Villanova, Monticelli e Carpaneto.

RICONFERME O NUOVI SINDACI?

In tutti e tre i Comuni si sono ricandidati i primi cittadini uscenti: Romano Freddi a Villanova (79 anni, pensionato ed ex dirigente nel settore dell’oli & gas) si è ripresentato per il terzo mandato, sostenuto dalla lista civica “Vivere per Villanova”. A Monticelli tenta il bis Gimmi Distante (avvocato 46enne) con la lista “Monticelli nel cuore”: stamattina svuoterà il point «per scaramanzia» - dice a ilPiacenza.it – e l’ufficio in Comune dove ha passato anche ieri qualche ora, tra una tappa ai seggi e momenti in famiglia. «Libero l’ufficio per rispetto, nel caso, a chi mi succederà consentendo di insediarsi subito dopo l’esito del voto. Avevo solo qualche effetto personale, tutti i documenti erano protocollati e visibili a tutti». Era in corsa per il secondo mandato anche Andrea Arfani (33 anni, avvocato e assistente universitario) con “Carpaneto insieme”: «Abbiamo registrato un’affluenza seria, intensa», dice senza sbilanciarsi sul significato che potrebbe esserci dietro. Ieri prima del voto si è recato a messa poi un pranzo a casa e il pomeriggio tranquillo con un aperitivo insieme agli amici.

LA GIORNATA AL VOTO DEGLI ALTRI CANDIDATI

Ieri tra i sette in “gara” nei tre Comuni della Bassa e della Valchero il più mattiniero è stato, senza dubbio, Ezio Marocchi, (55 anni e tecnico comunale a Cortemaggiore), sfidante di Freddi con la lista “Villanova con Marocchi sindaco”: «Sono andato a votare alle 7.45 poi, insieme ai candidati della mia lista, abbiamo presidiato i due seggi elettorali». Il sentore? «Sono ottimista, i miei candidati hanno paura ma io sono sereno: le cose (la campagna elettorale, nda) le ho fatte bene come da programma». A Monticelli l’avversaria di Distante è Martina Affaticati (36 anni, impiegata), alla guida della lista civica di area centrosinistra “Monticelli attiva”: «Il clima è positivo e sono contenta». Stamattina è al lavoro «per non pensare e vivere serenamente» la giornata di oggi quando, nel primo pomeriggio si saprà chi tra i due candidati guiderà il Comune per i prossimi cinque anni. Ieri mattina è andata a votare alle 10 nel seggio di San Nazzaro, poi la colazione con la sua lista, pranzo in famiglia e pomeriggio in compagnia degli zii. In merito all’affluenza e al sentore all’esterno dei seggi non vuole fare previsioni «per scaramanzia» nemmeno Ferdinando Sidoli (69 anni, pensionato ed ex dirigente e medico veterinario), candidato della lista “Carpaneto al centro”. La sua giornata l’ha trascorsa con la famiglia, fino al pomeriggio quando poi è andato a votare. In fine Patrizia De Micheli (47 anni e educatrice), candidata della lista “Noi di Carpaneto”. «Sono molto contenta – dice a ilPiacenza.it commentando il dato delle 19 affluenza alle urne -. La gente ha partecipato al voto e, pensando alla campagna elettorale incentrata proprio sulla partecipazione, crediamo di avere smosso qualcosa: il paese forse si è interrogato e nonostante il caldo è uscito di casa per decidere sul proprio futuro».

Villanova, Monticelli e Carpaneto: i candidati al voto ©ilPiacenza

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villanova, Monticelli e Carpaneto: riconferme o cambiamento? La giornata dei candidati tra serenità e preoccupazione

IlPiacenza è in caricamento