rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024
Calcio

L'acrobazia di Castro non basta al Piace

Con la Clivense finisce in pareggio, e in dieci uomini

Clivense-Piacenza 1-1

Clivense: Saccon, Bragagnolo, Tobanelli, Kladar, Kocic, Danieli, Zuddas, Cisse, Peres, Osorio, Diallo. A disp. Pavoni, Nalesso, Colferai, Venitucci, Guidone, Montolli, Momodu, Errichiello, Rubino. All. Allegretti.

Piacenza: Moro, Iob, Silva, Baudouin, Artioli, Kernezo (34' Castro), Andreoli, Gerbaudo (73' Corradi), Bassanini, D’Agostino, Recino. A disp. Maianti, Santella, Del Dotto, Tortelli, Tourè, Napoletano, Hrom. All. Rossini.

Arbitro: Caruso di Viterbo.

Reti: 49' Castro, 63' Guidone.

Il Piacenza di scena alla Phoenix Arena contro la Clivense è alla caccia della quarta vittoria consecutiva. Un risultato difficile da raggiungere anche perché quella che sulla carta rappresenta l'ex Chievo ha una striscia aperta di tre successi sul campo amico. Un campo che si presenta non in ottime condizioni, e forse anche per questo di azioni pericolose se ne vedono pochissimi nel primo tempo. In 10' i biancorossi reclamano due rigori, ma l'arbitro lascia correre. Si gioca tanto a centrocampo, anche se pian piano la Clivense guadagna campo facendosi vedere dalle parti di Moro bravo a smanacciare lontano una punizione. D'Agostino non riesce ad illuminarsi, Bassanini cerca di scendere ma non punge, Recino lotta ma non ha un pallone utile da giocare. Eppure è dell'attaccante la prima e ultima grande occasione del primo tempo: missile su punizione che Saccon riesce a respingere.

I tifosi non si placano: «La gente paga per chi non sa governare»

La ripresa inizia benissimo per il Piacenza, che passa con la sforbiciata di Castro, che era entrato già nel primo tempo per sostituire l'infortunato Kernezo. Al Clivense accusa il colpo ma pian piano prova a regiare. Al 60' Diallo prova la conclusione potente, forse troppo centrale, che Moro disinnesca opponendosi col corpo. E' il preludio al pareggio però, perché lo stesso attaccante è bravo nello scatto in profondità, a superare il portiere in uscita e a servire il compagno Guidone per un tiro con lo specchio della porta piuttosto aperto nonostante qualche difensore sulla linea. Ad inizio recupero è ancora Castro a chiamare alla parata Sacon, con un tiro al volo che il portiere mette in angolo. Sugli sviluppi dello stesso, l'arbitro mostra il cartellino rosso sia a Baudouin che a Cisse, facendo finire entrambe le squadre in dieci uomini. Oltre il 95' ancora Saccon dice di no al diagonale di Andreoli, mantenendo il risultato sul pareggio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'acrobazia di Castro non basta al Piace

IlPiacenza è in caricamento