FiorenzuolaToday

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lugagnano, i commercianti inaugurano le vie Bersani e Fleming dopo la riqualificazione

Riaperte con tre mesi di anticipo le due vie che da maggio sono state interessate da lavori di riqualificazione. Il sindaco Papamarenghi: «Non solo una viabilità più sicura ma anche una nuova estetica»

 

I commercianti e i residenti delle vie Bersani e Fleming a Lugagnano, potranno ora godere di una nuova viabilità che porta maggiore sicurezza per ciclisti e pedoni e, allo stesso tempo, una nuva estetica per il paese.  Sono stati completati con tre mesi di anticipo (sarebbero dovuti terminare a fine novembre) i lavori di riqualificazione delle due vie iniziati lo scorso maggio. L’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Jonathan Papamrenghi ha seguito i cantieri passo a passo con gli esercenti che hanno la propria attività nella zona. Giovedì 12 settembre sono stati loro, come voluto da sindaco e assessori, a compiere il gesto simbolico del taglio del nastro. «Si tratta di un intervento - ha spiegato Papamarenghi  - che il nostro capoluogo aspettava da molti anni ed al quale abbiamo voluto dedicare molta attenzione con opere che fossero definitive e soprattutto che valorizzassero anche esteticamente il centro paese».

Diverse le aree di intervento che hanno riguardato non solo il manto stradale ma anche i sottoservizi, «in modo tale – ha chiarito i sindaco - che non si verifichino problematiche legate alle reti pubbliche per i prossimi quarant’anni». Oltre a garantire la sicurezza viabilistica, l’Amministrazione ha dato un occhio di riguardo all’estetica delle vie: «Alla realizzazione di ampi marciapiedi in pietra di luserna e porfido si uniscono scelte più particolari che hanno riguardato le finiture ed il verde con lagestroemie, piante dalla lunga fioritura ed esteticamente molto delicate, nonché con ampie aiuole rifinite con un’inedita pavimentazione in cubetti di legno ricavati dalle traversine dei binari ferroviari e scenografici dissuasori in ghisa».

La spesa totale della sistemazione di entrambe le vie si aggira intorno ai 50mila euro. «La nostra Amministrazione è particolarmente fiera di questo intervento – ha concluso il sindaco - anche visto l’ottimo esito dell’opera ed il massimo contenimento dei costi che siamo riusciti a garantire. Nonostante ciò alcuni elementi di pregio unici riqualificano anche esteticamente tutta questa zona centralissima del paese dandole nuova dignità». I lavori hanno visto come impresa esecutrice la lugagnanese Rigolli S.R.L., con la collaborazione della Cooperativa Sociale l’Orto Botanico a.r.l., della falegnameria Solari Alberto, delle ditte Tedaldi e Collaboratori, Valdarda Calcestruzzi e Giordanino SPA. Il procedimento è stato seguito dal Responsabile comunale Architetto Marisa Pallastrelli con la collaborazione degli architetti Eugenio Pinotti e Marco Marazzi e dell’agronomo Giorgio Chiusa.

Potrebbe Interessarti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento