Gilda Insegnanti: «A Carpaneto non c'è confronto e la scuola perde un docente»

La Gilda degli Insegnanti: «A causa di scelte fatte senza alcuna interlocuzione con le rappresentanze di categoria ha penalizzato l'Istituto Comprensivo»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

«Il mancato confronto tra le rappresentanze di categoria dei docenti della Scuola Statale e l'Amministrazione Comunale di Carpaneto Piacentino, in merito alla soppressione del plesso scolastico di Travazzano, ha avuto un grave effetto sul locale Istituto Comprensivo di scuole statali. A causa di questa decisione unilaterale dell'ente locale - fa sapere dal canto suo la Gilda degli Insegnanti - l'Istituzione scolastica avrà un insegnante in meno nella sua dotazione organica definita dal Ministero dell'Istruzione, a ciò si aggiunge anche un secondo docente dovuto al calo di bambini nel plesso di Gropparello. Gli insegnanti di scuola primaria a disposizione dei piccoli alunni, per il prossimo anno scolastico, saranno 32 e non più 34 ma uno dei due posti poteva essere in qualche modo salvato se ci fosse stato un confronto tra il Comune e le rappresentanze territoriali di categoria». Salvatore Pizzo, coordinatore della Gilda degli Insegnanti, così commenta: «Abbiamo saputo solo per caso della decisione di chiudere la scuola di Travazzano, i politici piacentini di ogni colore, forse non sono abituati a percepire che i sindacati della scuola statale rappresentano migliaia di addetti nel nostro territorio. Non si era mai visto che l'avvio delle procedure finalizzate alla soppressione di un plesso scolastico di un istituto statale, il cui assetto territoriale è deciso dagli enti locali, fossero avviate senza alcuna interlocuzione con le forze rappresentative dei docenti tra le quali è compresa anche la Gilda degli Insegnanti - continua Pizzo - proprio in questo periodo emergenziale che ci sarebbe bisogno di più docenti e maggiori spazi". La spiacevole situazione riscontrata a Carpaneto Piacentino non è l'unica, anche il Comune di Bobbio e la Provincia di Piacenza non si sono confrontati in merito alla fusione della locale sede del Tramello Cassinari con l'attuale Istituto Comprensivo, situazione che in qualche modo potrebbe impattare sugli organici e della quale non abbiamo ancora i dati».

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento