Attualità

Consultare e pagare Imu e Tasi online, dal 13 maggio arriva lo sportello del contribuente

Il sito del Comune di Piacenza si dota di un nuovo servizio, che permetterà ai cittadini di consultare la propria posizione e i versamenti, calcolando le imposte e stampando i modelli F24

«Realizzato grazie al lavoro congiunto del Servizio Entrate e dello staff del direttore generale – spiega l'assessore Passoni – è un progetto di innovazione e testimonia gli sforzi che il Comune fa ogni giorno per rendere la Pubblica Amministrazione concretamente al servizio dei propri cittadini. Un dato importante su cui mi soffermo è la semplificazione, cioè mettere a disposizione uno strumento per gestire temi complessi come la fiscalità locale». «Lo sportello del contribuente che presentiamo oggi – precisa a questo proposito il vice sindaco Elena Baio – è solo uno dei tanti tasselli che costruiranno il nostro progetto di Smart City, su cui assessorati e uffici stanno fattivamente lavorando dal momento del nostro insediamento e che sono certa garantirà ai piacentini una serie di strumenti innovativi per rendere più facile, veloce e moderno, l’accesso a tutti i servizi comunali».

«Lo Sportello del contribuente – spiega la dirigente del Servizio Entrate Monica Savi - si inserisce in un percorso intrapreso dall’ufficio, volto al miglioramento delle relazioni con il contribuente, concretizzatosi nelle seguenti attività: creazione di un ambiente dedicato a ricevere l’utenza; ricevimento su appuntamento per le pratiche più complesse; messa a disposizione sul sito del Comune di un calcolatore IMU/TASI senza necessità di alcuna registrazione; possibilità concessa ai contribuenti di sanare l’omesso pagamento dell’IMU e della TASI applicando sanzioni ridotte». 

Attraverso lo Sportello, il cittadino, una volta entrato nella propria Area riservata con le credenziali SPID, ha accesso ad una serie di servizi tributari:

- consultare la propria posizione immobiliare e i versamenti IMU/TASI effettuati;

- calcolare le imposte in autoliquidazione partendo dalla propria posizione patrimoniale come risulta nelle banche dati comunali, con possibilità di modificarla; 

- stampare il modello F24 oppure pagare online le imposte con la carta di credito; 

- comunicare con l’Ufficio attraverso un servizio di messaggistica.

Inoltre, i contribuenti potranno compilare e trasmettere online (con protocollazione automatica) le dichiarazioni e le autocertificazioni IMU/TASI, per beneficiare delle agevolazioni previste dalla normativa statale e comunale. «I benefici – aggiunge l’assessore Passoni – sono molteplici: lo Sportello web rende più facile e immediato assolvere agli obblighi tributari, perché dà accesso in ogni momento ai propri dati e consente di pagare con carta di credito; è rivolto non soltanto ai cittadini e alle imprese ma anche ai Centri di Assistenza Fiscale». Accedere al servizio è estremamente semplice: basta collegarsi al sito istituzionale www.comune.piacenza.it con le proprie credenziali SPID. «Pagare i tributi sarà più semplice – assicura l'assessore Passoni – perché non si è costretti a spostarsi né essere legati a orari prestabiliti: basta avere una connessione Internet e una carta di credito». Lo sportello non sostituisce i canali tradizionali, ma offre una modalità alternativa veloce e sicura.

Sportello Contribuente, la guida

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consultare e pagare Imu e Tasi online, dal 13 maggio arriva lo sportello del contribuente

IlPiacenza è in caricamento