rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Fondazione di Piacenza e Vigevano

De Arte Saltandi, il primo festival dedicato alla danza e alla coreografia a Piacenza

Dal 14 al 16 settembre in città. Il festival, dedicato a Domenichino da Piacenza, è stato interamente organizzato e creato dall'associazione di Riccardo Buscarini, De Arte Saltandi. Il programma completo

«Quando abbiamo avuto in mano la proposta ci siamo subito resi conto di trovarci di fronte a dei professionisti costituiti in associazione con un’idea ben chiara preparata con cura». Lo ha detto la professoressa Noemi Perrotta, consigliere della Fondazione di Piacenza e Vigevano, durante la presentazione di dAS Festival, il primo festival multidisciplinare dedicato alle arti della danza e della coreografia sul territorio piacentino che si è svolta a UNA galleria in via Sant’Antonino; presente anche l’assessore alla Cultura, Christian Fiazza.

«La nostra non è stata una mera elargizione ma anzi il riconoscimento di capacità e progettualità – ha spiegato -. «Trovo stupendo che questo progetto parta perché offre ai piacentini la possibilità di scoprire la figura di Domenichino da Piacenza e del suo trattato di riflessione teorica sulla coreografia, il primo mai fatto. Il festival ha la danza come linguaggio ma anche contenuto, l’arte è un volano dell’essere nonché un’attivazione e uno stimolo alla conoscenza della propria città».

E’ toccato poi al pluripremiato coreografo piacentino e fondatore dell’associazione dAS, Riccardo Buscarini, raccontare le tre giornate (14-15-16 settembre 2023) ricche di eventi (CLICCA QUI PER SCARICARE IL PROGRAMMA COMPLETO).  «Credo che non si possa più prescindere dal lavorare sull’identità di Piacenza che è stata una grande potenza e che possiede spazi e storie che vanno raccontati e onorati. Si tratta di lavorare sulla nostra identità e appunto sulla nostra storia. Abbiamo dato i natali a personaggi incredibili come Domenichino e ad oggi la città ha tanti professionisti capaci, da qui abbiamo il dovere di partire», ha concluso Buscarini.

Il Festival - come l’omonima Associazione culturale De Arte Saltandi che lo promuove - è dedicato alla figura di Domenichino da Piacenza appunto, considerato il primo coreografo della storia della danza occidentale e autore del primo trattato umanistico sulla danza dal titolo De Arte Saltandi et Choreas Ducendi. La finalità del Festival è quella della divulgazione, di proporre un immaginario simposio delle arti attorno alla danza e alle sue declinazioni negli spazi urbani come palazzi storici, musei, cortili e giardini.

 L’edizione inaugurale di dAS Festival ha come sottotitolo A Palazzo e parte dal tema dell’abitare in senso figurato e proprio. Gli eventi della prima edizione saranno proposti in Palazzo Anguissola di Cimafava Rocca, con l’idea di abitarne e far rivivere gli spazi proprio come all’epoca di Domenichino, figura che operava in questa tipologia di luoghi organizzando feste e cerimonie per i suoi committenti.

Attraverso la generosa collaborazione dei proprietari ed inquilini del palazzo, il sostegno economico della Fondazione di Piacenza e Vigevano, di Steriltom e Crédit Agricole, la collaborazione di Biffi Arte, dell’Associazione Culturale RatHaus e di Concorto Film Festival, dAS Festival propone una serie di eventi nei giorni 14-15-16 settembre 2023 nelle location del Cortile e Salone d’Onore, ma anche nei locali di RatHaus e di Biffi Arte per poter accogliere gli spettatori e visitatori nel più ospitale dei modi.

Il programma di dAS Festival - A Palazzo include: 

Sipario, performance di Riccardo Buscarini (14 sett, Palazzo Anguissola, Salone)

Wood, performance di Lara Russo (15 sett, Palazzo Anguissola, Cortile)

Soirée au Cirque, recital pianistico del Mº Benedetto Boccuzzi (15 sett, Galleria Biffi Arte)

La danza a palazzo: da Domenichino alla Contemporaneità, conferenza con interventi del prof. Alessandro Pontremoli, prof. Valeria Poli, prof. Andrea Zardi (16 sett, Galleria Biffi Arte)

Aurora sogna? Laboratorio di fiabe e balletti per bambini su La bella addormentata a cura di Enrica Carini (16 sett, Palazzo Anguissola, Salone)

Una serata di proiezioni di cortometraggi internazionali a cura di Virginia Carolfi/Concorto in RatHaus (14 sett, Circolo Arci RatHaus)

Lecture/concert di danze antiche a cura di Maddalena Scagnelli (16 sett, Palazzo Anguissola, Salone) in chiusura del Festival

Inoltre, nei giorni del 14 e 15 settembre, gli eventi proposti verranno presentati in forma di “visita guidata” agli spazi di Palazzo Anguissola di Cimafava Rocca, via P. Giordani 2 (dalla facciata, al Cortile d’Onore, allo Scalone fino al Salone d’Onore) coordinata dal professore Cristian Arbasi che porterà il pubblico a scoprire più dettagli della storia e architettura del Palazzo i cui spazi verranno attivati da danza e musica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Arte Saltandi, il primo festival dedicato alla danza e alla coreografia a Piacenza

IlPiacenza è in caricamento