Ferriere, innovativo concerto musicale “Gino Delforno” dedicato a “Giannino” Malchiodi

L’evento, organizzato nella chiesa di San Giovanni Battista dagli “Amici della Lirica” per il Comune di Ferriere era dedicato al sindaco Giovanni Malchiodi prematuramente scomparso

Nonostante le difficoltà organizzative imposte dalla scomoda convivenza con il Covid-19, a Ferriere si è svolto il tradizionale concerto lirico-vocale d’estate in memoria del tenore Gino Delforno, piacentino e fedelissimo del capoluogo dell’alta val Nure dove, fino alla sua scomparsa, avvenuta nel 2009, ha promosso e interpretato tante edizioni di questo appuntamento musicale.

L’evento, organizzato nella chiesa di San Giovanni Battista dagli “Amici della Lirica” per il Comune di Ferriere e dedicato al Sindaco Giovanni Malchiodi prematuramente scomparso, ha richiamato un folto pubblico e la presenza della signora Luisella moglie del primo cittadino, con i figli Simona e Matteo. In apertura il commosso ricordo di “Giannino”, come Malchiodi affettuosamente veniva chiamato da tutti, da parte di Lucia De Micheli Badovini, anima del coro “Le Ferriere” e di tante iniziative ferrieresi e di Giuliana Biagiotti, Presidente degli Amici della Lirica che da anni collaborano con la comunità dell’Alta Valnure.

Giorgia Gazzola, mezzosoprano e Spero Bongiolatti, tenore, accompagnati dal M.o Elio Scaravella, hanno dato vita ad un coinvolgente programma cha ha preso il via con l’Ave Maria ed è proseguito spaziando con  “Me vojo fa na casa” di Donizetti, “Stride la Vampa” dal Trovatore di Verdi, “Mattinata” di Leoncavallo, “Habanera” dalla Carmen di Bizet, “Panis Angelicus” di Franck, poi l’emozionante interpretazione in duetto de “La Barcarolle” dai Racconti di Hoffmann di Offenbach, fino al bis finale sulle note di “Funiculi funiculà” con gli interpreti accompagnati dall’estemporaneo coro dei presenti.

A conclusione, oltre al ringraziamento all’Amministrazione Comunale per il sostegno, in particolare all’Assessore alla cultura Carlotta Oppizzi, la Presidente degli Amici della Lirica ha ricordato l’appuntamento al Gran Galà Lirico “Luci sul melodramma e…” che si terrà il 12 settembre alle ore 21. a Palazzo Farnese a Piacenza

LE VOCI

Giorgia Gazzola, mezzosoprano

Laureata con il massimo dei voti nell’indirizzo Musicologico della facoltà di Lettere dell'Università di Parma. Ha frequentato il Conservatorio Nicolini di Piacenza nelle classi di pianoforte e canto. Si è perfezionata con Rossella Redoglia e Mauro Trombetta di cui ha seguito il corso di musica da camera presso l'Accademia Filarmonica di Bologna organizzato dal Cidim. Nel 2012 si è esibita con l'Ensemble “Rubio” (clavicembalo, violoncello, due voci) nella chiesa di San Marco in Milano in un concerto di musica cameristica barocca, presentato sia sulla rivista di musica classica Amadeus sia sulla rivista Suonare News. Nello stesso anno ha cantato nella Sala dei Teatini di Piacenza per il Cardinale Pulijc di Sarajevo. Collabora con il Coro del Teatro Municipale di Piacenza. Parallelamente ha avviato un'intensa attività lirica e concertistica svolge attività compositiva con brani per pianoforte e voce/pianoforte ed è voce solista in diverse formazioni. Di recente protagonista in "Carmen" di Bizet nel ruolo di Carmen al Teatro Parenti a Milano.

Spero Bongiolatti, tenore

Per l’artista si tratta di un gradito ritorno perché fu protagonista qui a Ferriere nel 2014 e nel 2015. Biagiolatti nasce in Valtellina e inizia giovanissimo la sua attività artistica, viene notato dal Direttore d'Orchestra Dino Siani che trova in lui una naturale dote al canto. Inizia un intenso percorso di studi non solo di recitazione, ma doppiaggio, ballo e canto con il maestro Josè Antonio Molino. Partecipa così a diverse trasmissioni televisive come cantante-attore-ballerino tra cui "Carramba che Fortuna" di Raffaella Carrà e "Domenica In" con Carlo Conti e Iva Zanicchi.  Nel 2002 si accosta al canto lirico sotto la guida del grande tenore Franco Corelli. Il dicembre del 2015 è il Tenore Solista del Concerto inaugurale del "Giubileo della Misericordia" indetto da Papa Francesco presso la Santa Sede a Roma. Questo percorso lo porta a una crescita notevole e viene chiamato in paesi come la Cina, la Korea e l’America per il suo vasto repertorio classico nel quale spicca il suo essere un artista e interprete completo grazie al suo percorso di esperienze polivalenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento