Stop alle auto che sfrecciano nelle frazioni, arrivano quattro postazioni autovelox

L'assessore Zandonella: è la risposta alle richieste di maggior sicurezza da parte dei residenti. Spesa per il comune: 50mila euro

(Repertorio)

Quattro postazioni autovelox in arrivo nelle frazioni di Piacenza. Il Comune - dando corso alle lamentele avanzate nei mesi scorsi durante gli incontri degli amministratori con i residenti e le richieste di maggiori controlli contro le auto a tutta velocità in alcune strade della periferia - ha dato il via libera all'acquisto di quattro cabine arancioni all'interno delle quali verrà installata, di volta in volta, un'apparecchiatura tele-laser per il controllo elettronico della velocità. I trasgressori, che transiteranno oltre il limite consentito, saranno fotografati - anche con il buio - e si vedranno contestare la sanzione e la decurtazione dei punti dalla patente. La spesa totale per l'ente è di 50mila euro. L'apparecchiatura - ultimo ritrovato della tecnologia e con tutte le omologazioni e le conformità di legge - sarà gestita dalla polizia locale di Piacenza. L'installazione delle nuove postazioni è prevista già entro i primi due mesi del 2019, ma i punti precisi devono ancora essere individuati.

«La nostra volontà tramite questo servizio - afferma l'assessore alla Sicurezza Luca Zandonella - è di aumentare la sicurezza stradale delle frazioni e delle periferie della città, così come avevamo promesso quando abbiamo incontrato i cittadini».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento