Cadeo, torna "EducataMente": «I genitori hanno il diritto di condividere i dubbi»

Marco Bricconi, sindaco di Cadeo: «Spesso non padroneggiamo il mondo in cui vivono i nostri figli tra Facebook, Instagram e mille altri social»

Bricconi, Rebecchi e Toma

"Quando nasce un bambino, nasce un genitore": così recita un adagio. Forse facile con i bambini piccoli, quando i genitori acquisiscono nuove competenze di pari passo con le tappe di crescita dei piccoli, ma quando arriva l'adolescenza? Tante volte i genitori faticano a tenere il passo tra la difficoltà di comunicare, il  sopravvento dei social che riempiono le giornate dei figli in casa e nuovi scenari sociali e culturali che ben non si conoscono fuori casa. Genitori che non hanno bisogno di manuali o direttive ma di spazi in cui mettersi a confronto e condividere dubbi, paure ed  esperienze. Con questo intento torna "EducataMente", un ciclo di seminari aperto alla cittadinanza organizzato da Aurora Domus ed Eureka presso la sala Consiliare del Municipio.

educatamente cadeo seminari-2«Spesso - ha ricordato Marco Bricconi, sindaco del comune di Cadeo - il mondo in ci vivono i nostri figli tra facebook, instagram e mille altri social ben non lo padroneggiamo, così come abbiamo sempre timore di pericoli esterni. I genitori hanno il bisogno e il diritto di condividere dubbi, vissuti e di avere qualche strumento in più dagli esperti, per vivere la crescita dei figli con maggiore serenità e consapevolezza».

«Sensibilizzare rispetto alle tematiche educative, far conoscere le risorse attivate sul territorio e stimolare l'integrazione e la partecipazione, sono alcuni degli obiettivi che ci poniamo» ha sottolineato Nicoletta Rebecchi, coordinatore di Eureka. L'iniziativa è organizzata dal servizio educativo a fianco del Comune di Cadeo, dell'Istituto Comprensivo di Cadeo-Pontenure, dell'associazione Genitorinsieme e della parrocchia di Roveleto.

«Riproporre un'iniziativa significa credere nella valenza della stessa, lo scorso anno abbiamo avuto un riscontro molto positivo, i genitori hanno interagito con esperti su tematiche educative, si sono confrontati ed hanno condiviso dubbi e paure - ha aggiunto Marica Toma, vicesindaco del Comune di Cadeo - Non ci sono ricette preconfezionate per educare i figli, ma si possono mettere in campo percorsi di condivisione molto utili per diventare genitori più consapevoli e preparati».

Il primo appuntamento è martedì 23 febbraio alle 21 con il tema "Tu mi parli, ma io non ti sento. Come comunicare con i nostri figli". Relatrici della serata Laura Mocchi e Alice Perotti ( psicologhe) e Giorgia Bassi (educatrice).

Seguiranno:

- Lunedì 7 marzo alle 21 "I nostri figli crescono in una società multi-etnica e multi-religiosa. Ma noi genitori siamo pronti?" Relatore Nicola di Pirro, associazione Interculturando di Milano.

- Martedì 22 marzo alle 21 "L’amicizia ai tempi di Facebook". Relatrice Arianna Guarnieri (Pedagogista)

- Lunedì 4 Aprile alle 21 "Una scuola di tutti, per tutti". Relatrici Romina Bertuzzi e Giusy Vallisa (docenti) e Sergio Segalini (educatore)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • Solo in Italia e ricoverato in ospedale a Piacenza, i poliziotti delle volanti si prendono cura del suo cane

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento