Dal Po affiora una bomba d'aereo, ma è innocua

Calendasco, vigili del fuoco, carabinieri e artificieri del Genio pontieri hanno scoperto che si tratta di un oggetto in cemento che veniva utilizzato in addestramento

La finta bomba recuperata dai vigili del fuoco

E’ fortunatamente innocuo il ritrovamento effettuato nel Po vicino a Calendasco la mattina del 21 luglio, dove i vigili del fuoco e i carabinieri, su segnalazione di un escursionista della zona, avevano trovato sotto mezzo metro d’acqua quella che, per forma e peso, sembrava una bomba da aereo. In realtà si tratta di qualcosa di simile, ma fortunatamente per nulla pericoloso. L’oggetto, nel primo pomeriggio, è stato recuperato da una squadra dei vigili del fuoco di Piacenza intervenuti sul posto con gli artificieri del Genio Pontieri di Piacenza. E’ così che si è scoperto trattarsi di una finta bomba da areo, realizzata totalmente in cemento, e utilizzata all’epoca in addestramento o come sistema di puntamento. All’interno del simulacro infatti vi sono dei vani in cui venivano appositamente alloggiati dei fumogeni che servivano appunto come segnalazione in addestramento o durante l’attività bellica vera e propria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento