rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Cronaca

Delitto del trolley, in 130 davanti alla corte di Assise per il processo a Civardi

Al via il dibattimento per l'efferato delitto dell'agosto 2014 costato la vita al professore Adriano Manesco

E’ composta da 130 nomi la lista dei testimoni che potrebbero comparire nel corso del dibattimento in corte di Assise che si è aperto la mattina del 30 settembre a Milano e che vede sul banco degli imputati, per omicidio volontario premeditato e occultamento di cadavere, il 32enne piacentino Gianluca Civardi, arrestato dalle volanti e della Mobile di Piacenza nell’agosto del 2014 insieme al complice Paolo Grassi (già condannato all’ergastolo) per l’efferato omicidio del professore Adriano Manesco, ucciso e fatto a pezzi nella sua casa di Milano e poi gettato smembrato dentro un trolley in un cassonetto alla periferia di Lodi.

Il pubblico ministro Maria Teresa Latella e gli avvocati difensori Francesca Cotani e Andrea Bazzani hanno presentato le rispettive liste dei teste da ascoltare nel fitto calendario del dibattimento che terminerà in dicembre.
Venerdì prossimo, 2 ottobre, compariranno in aula per primi gli agenti piacentini e i sanitari del 118 intervenuti quel pomeriggio a Lodi quando vennero trovati i resti della vittima. La difesa di Civardi ha presentato anche una richiesta di perizia psichiatrica che la corte si è riservata di valutare.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Delitto del trolley, in 130 davanti alla corte di Assise per il processo a Civardi

IlPiacenza è in caricamento